martedì 30 aprile 2013

Enrico Letta, con le pezze al culo, corre in Germania...


Con le pezze ancora fresche al culo che Silvio gli ha messo...
(Silvio, l'italiano più mal visto e schernito al di là delle Alpi...)
Pezze che Silvio può strappargli via in qualunque momento, dovesse acuirsi la puzza di bruciato sul suo conto (e non avesse il via libera alle sue già manifeste macchinazioni), lasciandolo a chiappe nude...
Appena insediato al governo, senza nulla aver fatto di concreto (peraltro quasi impossibile, per questione di tempo, anche per un bravo politico), salvo discorsi, enunciazione di princìpi e di buone intenzioni, talune già oggetto di contrapposte interpretazioni da parte delle diverse anime che agitano l'esecutivo...
Pronto ad affrontare qualunque emergenza economica... con le casse pubbliche vuote (o, volendo usare un linguaggio un pò più tecnico, senza la copertura finanziaria)...
Si precipita in Germania e subito dopo a Bruxelles a raccontare com'è bravo lui a fare il suo governo e, con questo, a rimediare ai mali dell'Italia...
Va a dire alla Merkel e agli altri big europei che cosa loro devono fare, a dire che cosa lui si aspetta che faccia l'Europa...
Tutto piuttosto penoso e patetico...
Le solite figure di merda dei soliti politici italiani, da sempre... Alla Prodi, tanto per fare un nome a caso, il primo che passa per la mente...

lunedì 29 aprile 2013

I politici (e non solo) che fanno il loro dovere...

... secondo la loro buona coscienza nel rispetto dei cittadini per cui operano, devono temere 'solo' il gesto di un folle (a volte basta un balordo, un idiota o uno stronzo al quadrato) o l'attentato eversivo (anche di matrice mafiosa)...

(La storia, passata e recente, ce ne fosse bisogno, lo insegna...)

Un soggetto che parte da lontano, si procura illecitamente un'arma, deciso a sparare "a qualche politico" e poi punta la pistola e spara a tre tutori dell'ordine, nella sua testa rei di che cosa? Di proteggere indistintamente tutta la classe politica?
Valutato 'normale' di mente, per traumatici che possano essere stati i fatti della sua esistenza, non pare per niente persona né gesto facili da catalogare, liquidare ed archiviare...
Men che mai da giustificare (ma a quest'aspetto non ci sarebbe nemmeno bisogno di far cenno).
.
Sperare che anche il brigadiere dei CC Giangrande, gravemente ferito dall'attentatore, possa riprendersi completamente e al più presto, in questo momento, è il minimo che si possa fare.
.

sabato 27 aprile 2013

27 aprile 2013: l'apparente quasi liberazione...


Quasi tutte respinte nelle retrovie, con la formazione del nuovo Governo, quelle vecchie cariatidi della 'mancata Festa della Liberazione del 25 aprile' (di 2 soli giorni fa), così ben rappresentata da Vauro...
Ancora non si sa bene come reagiranno, visto che sono tutt'altro che messe in condizione di non nuocere... C'è il tempo per leccarsi le ferite, meditare sul da farsi e, perché no?, tramare...
.
Passata anche la moda (almeno si direbbe) dei professori bocconiani...
.
L'alta rappresentanza, invece, resta... Il binomio dei due presidenti (più qualche vice, chi alla luce del sole e chi nell'ombra)...  A salvaguardia e garanzia di continuità delle istituzioni e... preservazione della specie, nell'interesse del Paese...
.
Nel nuovo Governo, di vecchio e superato, anche diversi gregari e qualche rampante già bruciato o prossimo a bruciarsi definitivamente...
Personaggi che hanno fatto il loro tempo (la gente non manca di gridarglielo a gran voce sulle piazze e per le strade)...
.
Molti nomi, nuovi chi più chi meno, presi pescando dalle fila dei partiti e della nomenklatura tecnica... Più o meno tutti garantiti a marchio DOC e DOP...

"Questa è la buona politica", ha commentato (il 28 aprile sera) un giornalista di RAINews24 nell'introdurre un rappresentante della Lega (*)...
Dopo un'attesa lunga quarant'anni, siamo quanto mai ansiosi di vederne e coglierne i frutti...  Finalmente!
----------
(*) La Lega, partito ultimamente diventato più morbidoso, a seguito delle più ampie e convincenti dimostrazioni di essersi perfettamente allineato a quelli della peggior specie...
Potrà fare meglio degli esponenti leghisti, distintisi nella 'specchiata' gestione delle quote latte e delle relative multe milionarie ad esempio, la nuova ministra delle politiche agricole, signora Nunzia De Girolamo, si presume scelta in base al 'nuovo', testé introdotto principio della 'buona... politica'...
Malelingue sostengono che, nel suo caso, è valso più l'essere una bella fica che tanta esperienza accumulata nel decrepito e agonizzante mondo dell'agricoltura e dell'allevamento in Italia, un'esperienza che lei proprio non ha...
E già, perché è arcinoto cos'è che tira più di un carro di buoi, beninteso in agricoltura...
Secondo un diverso punto di vista, la PdEllina sarebbe stata premiata per aver anticipato 'le larghe intese' sposando un parlamentare del PD...
Possibile che la verità stia nel mezzo, ma pur sempre vero resta il fatto che la neo-ministra è totalmente priva dell'esperienza nel campo (quello agricolo, beninteso)...
Purtroppo, nel nuovo governo appena varato, pare essere tutt'altro che un caso isolato...

Renato Brunetta sempre più raso terra...

... Compresso tra l'ironia di Dario Fo e la spiritosa gag di Silvio...

A scelta...
http://tg24.sky.it/tg24/politica/2013/04/27/berlusconi_scherza_a_skytg24_su_polemica_fo_brunetta.html
http://www.ilgiornale.it/news/interni/berlusconi-scherza-su-fo-e-brunetta-stavamo-provando-scale-e-912184.html
http://www.corriere.it/politica/13_aprile_27/fo-brunetta-berlusconi-seggiolino_77c0bee0-af21-11e2-a5a6-3fc36303fbd5.shtml

Durissima era stata la reazione dell'interessato & soci alle battute ironiche di Dario Fo...
Nessuna dichiarazione subito dopo la gag di Silvio, suo Principale, fatta in sua presenza e al suo telefonino, di riflesso alle battute di Fo...
Però non dev'esserci rimasto granché bene... Deluso dal suo stesso Capo...
Ma, trattandosi di Silvio, nel giro di qualche ora digerirà il boccone amaro...
Passeggero malumore nelle fila di un pò tutto il PdL: "E' così che tratta i suoi uomini migliori?!", "Tutto perché è più piccolo di lui!", "Ecco come brucia all'istante la più accreditata candidatura a ministro del nuovo Governo!" e altre battute ancora si rincorrono in queste ore nell'ambiente...

Nella foto... I quattro dell'Ave Maria (Brunetta 3° da dx...)

La Germania prende posizione e chiarisce...


> Il Ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble: “Sciocco scaricare i problemi dell'Italia su di noi”
Bundesbank: no allo scudo anti-spread

Come dire: "Wer der Grund seines Unglücks ist, beweine sich selbst" che, a quanto si legge, equivale a  "Chi è causa del suo mal pianga se stesso"

I nostri politocrati, con l'aiuto del mago della BCE Draghi, possono sempre tentare di convertire il contenuto di questa massima in BOT...

venerdì 26 aprile 2013

Ministro Grilli: faccia da tribolante ma indole da evasore...



Notizia del 24 aprile u.s (2 giorni fa)...
La casa e i conti all'estero che imbarazzano Grilli

Soltanto il 13 aprile scorso l'interessato dichiarava...
«Tolleranza zero contro l'evasione» 

"Set a thief to catch a thief", deve aver 'ragionato' chi lo ha caldeggiato e nominato Ministro dell'Economia e delle Finanze...

giovedì 25 aprile 2013

Il nodo di Silvio Ministro...

... di un Dicastero importante...

Un nodo che Enrico Letta, incaricato di formare il governo, dovrà sciogliere, e alla svelta...
Silvio è andato negli USA, come il Mortadella in Africa, ma l'epilogo non sarà proprio lo stesso, nell'esito e/o nella portata dei suoi effetti...
Se fosse a lui avverso, tutto il piano Napolitano-Letta potrebbe saltare in aria...
Silvio ha fatto la scena di defilarsi dall'affaire, ma non prima di aver delegato ai quattro dell'Ave Maria (Angelino, Denis, Renato & Renato), suoi fidi gregari, l'alto patrocinio della sua causa...
Che il dicastero debba essere uno di quelli importanti, si è inteso dalle parole di Angelino di oggi, all'uscita dall'incontro di 2 ore dei quattro con Letta: "Silvio è negli USA. Solo lui invitato a rappresentare l'Italia nei più alti consessi" (o qualcosa del genere)...
Altro che discutere (per due ore!) di IMU si, IMU no, IMU ni...
Peccato che sull'incontro non ci sia stata la diretta streaming...
La conferma di questa (solo apparentemente stramba) congettura? Arriva direttamente dagli USA, per bocca dello stesso Silvio: "Ministri? Non abbiamo mai ragionato sui nomi...". Conoscendo ormai quanto basta la sua psiche e... la sua sincerità, la conclusione appare quanto mai ovvia...
Se entra Silvio, conseguenza quasi scontata, entra anche Baffino, per compensazione o principio dei vasi comunicanti che sia...
Più sfacciato prevedere un ruolo ufficiale per Letta Zio... Resta pur sempre per lui disponibile il fondamentale 'ruolo ombra', di 'collegamento e oliatura degli ingranaggi'...
Tutto quanto sopra, pressoché certo, almeno al 99,9%...
Un salvacondotto, quello di ministro (e non di un dicastero qualunque) di tutto rispetto... L'unico veramente efficace per Silvio in questo frangente... Tanto più vero per il fatto che trattasi di governo dell'inciucio, ehm... pardon, delle larghe intese, "unico governo possibile", dice il compagno Napolitano, e quindi "senza alternative". Silvio sarebbe, come si suol dire, in una botte di ferro...
Per quanto tempo non è dato sapere...
Potrebbe trattarsi di poco (forse solo settimane o qualche mese) se la sua linea passa, di niente se tutto salta...
.
Post precedente sul tema...
Silvio for President...

Aggiornamento del 26 aprile 2013
> Silvio sembra smentire e smontare la congettura...
Berlusconi: sì a Letta. «I miei confortati, non ci sono problemi veri» 
Aspettiamo di sapere se quello che si dicono e decidono in gran segreto (e che non si legge nelle news) corrisponde...
La mescolanza è il post di oggi sul blog di Beppe Grillo sul tema del nascituro governo...
> Effettivamente, dai nomi dei possibili ministri che circolano in serata, con o senza Silvio, si prospetta un'ammucchiata veramente ributtante... Fosse solo lui il nodo da sciogliere!
Governo Letta, quando il presidente incaricato diceva: “Mai con Berlusconi”
Una banderuola messa a capo della ributtante ammucchiata...

Aggiornamento del 27 aprile 2013
Berlusconi alla Fox: "Non vorrei essere ancora premier"
Premier no, ma ministro si...
> Due ore di incontro, in tarda mattinata, tra l'incaricato Enrico Letta, Silvio, Angelino e lo zio Gianni. Dal PdL nessun veto su D'Alema, si legge... Il cerchio si stringe...
> Ore 17.20: niente ministero per Silvio (né per Baffino, né per altre cariatidi di primo livello), forse per definitiva e superiore decisione 'concordata' tra Napolitano e l'incaricato Enrico Letta; ore 17.40: intervistato al TG5, Silvio fa buon viso a cattiva sorte... Per ora...

25 Aprile 2013, Anniversario della Liberazione...


Il post del 25 aprile dell'anno scorso...
25 Aprile, Anniversario della Liberazione...
Troppo poco è cambiato in un anno... O no?
Forse c'è un cambiamento di fondo e in corso che deve ancora produrre tutti i suoi effetti...
Molto potrebbe dipendere da quello che accadrà da qui al 25 aprile 2014...

Un altro vecchio post dove si richiama la Resistenza...
“Fuori le mafie dalla Val Susa”
Sempre attuale, oggi più che mai...

Il 25 aprile è morto, si legge oggi sul blog di Beppe Grillo...
Conosciamo bene tutti i responsabili... Sono quei caporioni menzionati nell'articolo e molti altri a loro immagine e somiglianza...

P.S. Durissima reazione di regime contro Grillo per quest'ultimo articolo: evidentemente ha colpito nel segno...
.

Dello stesso filone ironico-sarcastico, sono le vignette di Vauro, da lui presentate questa sera nella trasmissione Servizio Pubblico...
Le vignette di Vauro - Servizio Pubblico ''O LA PIAZZA, O IL RE'' 25.04.2013
Aspettiamoci, presto o tardi, di vedere anche contro Vauro la stessa reazione e, perché no?, la censura, con tutto il significato che avrebbe colpire a tal punto questo comparto...
Sarebbe il suggello alla conferma della veridicità delle affermazioni di Grillo e, analogamente, del messaggio che le vignette di Vauro trasmettono... Ma, al tempo stesso, un passo gravissimo e assai nefasto...

lunedì 22 aprile 2013

Silvio: «Discorso di Napolitano straordinario e ineccepibile»

Il più bel discorso che lui abbia mai sentito in vent'anni di politica, dichiara...
Poi aggiunge: «Meno male che Giorgio c'è...»
E ancora: a nome del compagno Napolitano che ha emanato il diktat sulle 'larghe intese', mette al bando la parola 'inciucio'...

Silvio, il più entusiasta di tutti...
Chissà perché?
Essere entusiasti non è certo un reato, finalmente!
Che, però, si tratti di un segnale e un'ipoteca riguardo all'imminente governo, più d'uno lo pensa...
Ma il compagno Napolitano ha già le idee ben chiare di suo e certi 'avvertimenti' gli sono del tutto superflui...
Resta la soddisfazione per una tale sequela di complimenti al neo-capo dello Stato: una soddisfazione che non gli toglie proprio nessuno...
Visto da chi gli arrivano e che cosa nascondono, non tutti ne sarebbero poi così entusiasti...


Che dire allora dell'altrettanto entusiastica risposta della borsa e dello spread al re-insediamento del compagno Napolitano?
Di genuino e sincero ben poco (per non dire niente) anche qui, visto che tutto è ormai pilotabile e pilotato con una certa facilità e disinvoltura, all'occorrenza ed entro i limiti del possibile, finché loro possibile...
A confermarlo (ce ne fosse bisogno), non per il caso in argomento ma per il corso delle borse in generale, sono gli analisti del LEAP Europe 2020 nel bollettino n° 73 del 15 marzo scorso...
"Il corso delle borse è completamente scollegato dall'economia reale e dunque non è più un indicatore significativo. E' un indice di qualcosa, del grado di virtualizzazione dell'economia, del peso del fenomeno speculativo...", dicono.
Su come facciano le banche 'amiche' ad influire, poi, sullo spread è cosa altrettanto nota per non dire arcinota...
Il tema è complesso e potrebbe essere così riassunto: "Quando le 'banche 'amiche', con i miliardi di soldi pubblici incamerati, fanno di tutto men che pagare i debiti dello Stato alle imprese e incentivare l'economia reale, costrette, come sono, a sottoscrivere montagne di titoli di Stato per far apparire che tutto va bene sul fronte della finanza pubblica...".
Ma c'è anche dell'altro...
Truffa, Peculato, Appropriazione ecc. i Reati Ipotizzati da ADUSBEF negli esposti contro le Banche Inviati alle Procure della Repubblica
.
Last but not least, il compagno Napolitano, assai risentito, ha formalmente condannato le proteste di piazza (contro l'andazzo politico, ndr) e i loro fomentatori. "Tutto dev'essere 'regolato' dentro il Palazzo" ha (fin troppo) frettolosamente concluso...
'Lo spirito di colui che applaudì l'invasione dell'Ungheria da parte dei sovietici e la soppressione nel sangue di una sacrosanta sollevazione popolare nel 1956 non è mai morto', è più che lecito pensare...
http://www.storialibera.it/epoca_contemporanea/comunismo_nel_mondo/est_europa/ungheria_1956/articolo.php?id=732
E Silvio rincara da dose...
“Grillo è uno squilibrato, i Cinque Stelle un branco di burattini" ...
Intesa perfetta tra i due e... comune spirito bulgaro, qualcuno dirà... Uno spirito dettato da prevalenti ragioni e radici ideologiche mai superate per l'uno, da puro opportunismo autentico per l'altro...
Aspettiamo di vederne gli effetti e, purtroppo, di raccoglierne i 'frutti'...
.

domenica 21 aprile 2013

Terremoto Grillo scuote il baraccone dei politocrati...


Ancora una volta, più chiaro e travolgente che mai, questa volta in conferenza stampa, dalle 12.45 di oggi alla Città dell'Altra Economia a Roma...
Intervento che molti hanno potuto seguire in diretta e quasi integralmente su SkyNews24, TGCom24, RAINews24 (forse prima che i vertici responsabili di certe emittenti se ne rendessero conto e potessero correre ai ripari...)...
http://video.repubblica.it/copertina/beppe-grillo-conferenza-stampa-in-diretta/126094?video

Mobilitazione popolare contro la mala-politica di palazzo per tutto il pomeriggio di oggi a Roma e in altri centri del Paese...
http://www.unionesarda.it/Articoli/Articolo/312114


Beppe Grillo, dopo la conferenza stampa, impossibilitato a procedere verso Piazza Santi Apostoli per via della calca, sale sul tettuccio dell'auto ed esclama più volte a gran voce: "Andiamo Avanti!!"

P.S.
La paura (di perdere privilegi, immunità e impunità) da parte dei politocrati di palazzo si legge chiaramente a posteriori sui media di regime, per come questi ultimi 'raccontano' a freddo la giornata di Grillo, minimizzandone la portata ed evidenziandone la disorganizzazione, banalizzandone i contenuti, le sue argomentazioni e battute...
Qualche mese di governo del restaurato presidente compagno Napolitano, qualche altra 'marcia' su Roma o altrove nel Paese con annesse conferenze stampa come quella di oggi e qualche diretta TV anche solo 'per sbaglio' da parte di qualche emittente importante, e Grillo, alle non lontane, inevitabili, nuove elezioni politiche, andrà ben al di là del 50%...

sabato 20 aprile 2013

Quirinale (e non solo): indietro tutta...

Ritorno al passato per una politica da incubo, di stampo 'bulgaro'...

Lancette indietro tutta, non di ore ma di mesi per non dire di anni...
Questa è l'evoluzione della politica in Italia...
Una politica da incubo, non fosse che di cruda realtà si tratta...
"La partitocrazia si chiude nel bunker" titola Il Fatto Quotidiano.it...
W il compagno Napolitano, 'restaurato' presidente della repubblica italiana!
Per lui, i franchi tiratori del PD, come dei bravi e obbedienti soldatini, sono rimasti nei ranghi...
Molti di quelli che ancora lo stimano avranno di che dolersene nei prossimi mesi per quello che succederà in politica (e non solo) sotto la sua guida...
Al momento, c'è solo quello che ha fatto, nel passato più o meno recente, e tentato di fare, anche ultimamente, alla fine del suo 1° settennato. 'Roba', quest'ultima, che la dice già lunga e di cui ora riprenderà le fila...
Ma a molti, anche perché in mala fede, chiodi ribattuti o semplicemente buontemponi, non è bastato per capire e per regolarsi...
Volendolo vedere e intuire, anche certo suo sguardo tradisce quello che realmente è...
Uno sguardo che assume con una certa frequenza ma che, guardacaso, normalmente non appare negli archivi delle immagini che lo ritraggono...
Non servono altri commenti...
Calzano alla perfezione tutti quelli già fatti nel tempo che fu, remoto e recente, e che ora ritorna...

Da Wikipedia...
> Restaurazione
Reazione (politica) _ "La Reazione è un'opposizione a forme di innovazione politica, sociale, artistica o culturale, a sostegno del ritorno ad autorità, valori e istituzioni del passato, operata da partiti, gruppi di pressione o anche individui...."

La prima esternazione del compagno Napolitano dopo la sua rielezione...
http://video.sky.it/news/politica/prime_parole_di_napolitano_dopo_la_rielezione/v157133.vid

venerdì 19 aprile 2013

Quirinale: Marini, Prodi, föra da i Ball...etti...


Grazie ai veti incrociati ma soprattutto ai tiratori franchi, ai franchi tiratori e ai 'traditori' nel PD, scampato pericolo, almeno a tutt'oggi.
Il Reality continua, con figuracce ad ogni giro di boa...
Un gran dispiacere per i vertici del PD, che le stanno provando tutte... Ma, più che altro, se le vanno tutte a cercare col lanternino...
Non c'è il due senza il tre: la materia prima non manca, visto che c'è ancora da testare Giuliano Amato e D'Alema... Coraggio...
Che cosa dire poi dei Nichi-SEL che, con spirito da soviet, hanno marchiato in modo indelebile le loro schede con l'inequivocabile 'R. Prodi' a prova di traditore? Niente, si sono definitivamente marchiati da soli...
Il Parlamento: una 'bella' camera di compensazione ovvero di regolamento di conti in sospeso, ultimamente... 'Bella' si fa per dire...
E, sopratutto, niente illusioni...
----------
P.S. La chicca del giorno...
Il Burla (per la cronaca Claudio Burlando, governatore della Liguria) telefona in anteprima al Mortadella, che è andato in Africa, per comunicargli della sua imminente elezione a Presidente della Repubblica e, primo assoluto, per congratularsi con lui...
Poi arrivano le 101 pugnalate alla schiena del neo-candidato...
Centouno pugnalate a Prodi...
La mente corre a quando il Burla era ministro dei trasporti e al concomitante moltiplicarsi degli incidenti ferroviari... Una combinazione del tutto casuale, si disse allora...
Nell'intervista a Il Secolo XIX (versione cartacea del 20 aprile 2013), il governatore dichiara: «Si vergognino gli artefici dell'imboscata di oggi» e ancora «Partito da rifare: chi è a Roma lasci spazio a chi (come lui & il Mortadella, ndr) vive sui territori e conosce la gente»
Non c'è che dire: un fior di Governatore PD pro-Mortadella!

giovedì 18 aprile 2013

Gli Autòmata...




18 aprile 2013
Parlamento italiano _Votazione Capo dello Stato
Gli AUTOMATA (*) all'opera...


... Lo spoglio delle schede              Un esemplare nell'Emiciclo...


(*) > http://en.wikipedia.org/wiki/Automaton
     >  Google → Immagini → Automata
                                                                                                                     

mercoledì 17 aprile 2013

In fondo, avanti così...


Giusto illudersi che le cose in politica possano cambiare...
Ma quando appare, oltre ogni evidenza, che cambiare non possono, una qualche giustificazione la si deve pur sempre trovare...

"Ora che la nave affonda, perché mai dovrebbero essere persone per bene e incolpevoli a prenderne il comando e a fare da parafulmine a quei farabutti e corrotti che l'hanno portata a picco?
Ci restino loro a maneggiare le leve di comando, come sempre fatto, e a prendersi tutti i meriti fino in fondo... al baratro.
Quel baratro laddove si sta rapidamente rovinando per una crisi senza precedenti e ormai fors'anche senza freni né rimedi, con l'ulteriore impulso che loro stessi sapranno darvi...
Nessuno di loro, vista l'animosità che li fa sgomitare, forse ha capito l'aria che tira e che cosa li aspetta... E, purtroppo prima di loro, l'intero Paese...
Già, perché niente è più come prima né lo potrà diventare.
I vecchi marpioni della politica cercano invano 'la continuità' con il passato... Ma la crisi  economica e finanziaria rovinerà addosso anche a loro, forse spazzandoli via, una buona volta...
E non certo in modo indolore, per loro e ancor più per la nazione che pagherà in primis le nefaste conseguenze del loro agire di sempre...
E' tutto questo che non hanno ancora capito, fingono di non capire o s'illudono (questa volta loro) che non succeda..."

Per chi non si sentisse appagato da questa (assai magra) consolazione, se ne trovano altre, peraltro di variegato tenore...
Quella, ad esempio, della piena soddisfazione data al compagno Napolitano sull'ultimo 'monito' del suo ormai moribondo settennato, 'monito' recentemente da lui diramato, di "assicurare continuità alle istituzioni, nell'interesse del Paese, con l'attuazione delle larghe intese"...
Quell'altra, a proposito del compagno Bersani, che si è finalmente convinto di aprirsi al fraterno abbraccio di Silvio, alla fin fine non così mortale come gli appariva 4 giorni fa...
L'ultima, a proposito di Beppe Grillo che, a caldo, immediatamente dopo l'esito elettorale di febbraio, aveva detto:
"Ci aspettiamo l'inciucio tra PDL e PDmenoL, quindi un governo che durerà qualche mese e, alle politiche del prossimo autunno, il M5S farà il gran balzo al 51%..." 
.

martedì 16 aprile 2013

Milena Gabanelli al Quirinale per il M5S...

Il miglior segnale che potesse arrivare dal Movimento 5 Stelle...

Un fortissimo segnale per un drastico cambiamento e la moralizzazione delle istituzioni...

Un segnale che, senza ombra di dubbio, esprime il pensiero e l'aspettativa della schiacciante maggioranza degli otto milioni di elettori che hanno votato il M5S a febbraio...

La Legge dei grandi numeri funziona ancora...

Un notevole e meritato riconoscimento anche a Gino Strada...

E il compagno Rodotà, terzo classificato? E' mica un altro Napolitano?
Emerito giurista qual'è, non avrebbe potuto dedicare una parte della sua vita di politico 'puro' all'impegno sul campo a favore della sua regione da sempre in preda alla 'ndrangheta? Quell'ndrangheta che ha ormai esteso e radicato la sua inquietante 'presenza' ovunque vi siano affari 'importanti' da gestire, in Italia come all'estero?
Non conoscendolo granché bene, è la prima cosa che mi viene da pensare...

Speriamo che Milena Gabanelli non sia indotta a rinunciare alla candidatura...
Lei dice di essere sopravvalutata... Una dote, la modestia, ormai diventata rarissima tra le persone che vivono sotto le luci della ribalta e che normalmente ne subiscono gli effetti più perniciosi...
A quelli della casta nemmeno lontanamente passa per la testa di ritenersi e di ammettere di essere dei sopravvalutatiinadeguati e superati... Eppure, eccome che lo sono, al contrario di Milena Gabanelli...

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/04/16/che-grande-paese-sarebbe-litalia/564189/

Aggiornamento del 17 aprile 2013
L'illusione è durata appena l'arco di un giorno...
Veramente, è un sogno completamente fuori da ogni realtà anche il solo pensare che la politica marcia si faccia da parte con le buone...
In queste circostanze, c'è chi dice che i piedi non si dovrebbero mai staccare da terra...
.

sabato 13 aprile 2013

Bersani rifiuta l'abbraccio mortale di Silvio...

... e Silvio, prendendo spunto dalle 'quirinarie' di Beppe Grillo, irride all'idea del Mortadella al Colle...

http://www.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/POLITICA/pd_bersani_roma_corviale/notizie/265050.shtml
http://www.lastampa.it/2013/04/13/italia/politica/bari-berlusconi-riempie-la-piazza-RCYLJcCHqBFDLcGizZy6wI/pagina.html
http://www.beppegrillo.it/2013/04/i_10_nomi_per_i/index.html#commenti

«Chi sono quegli infiltrati, con tanto di diritto al voto, che hanno votato Prodi e la Bonino?» e altro ancora scrivono oggi gli autori dei commenti più votati sul blog di Beppe Grillo...

Ma, per tanti che siano, gli infiltrati non possono aver condizionato che in misura molto marginale, per non dire trascurabile, l'esito del voto al primo turno, con il Mortadella e la Bonino non certo ai primi posti della classifica top ten...

No further comment: già detto abbastanza in molti post che precedono...

Ingroia, futuro Ministro della Giustizia...


Una previsione e un auspicio al tempo stesso...
.
Quali colpe sono attribuite all'ex magistrato di Palermo tali da giustificare il 'tiro incrociato' di cui è fatto segno?
Nessuna reale colpa. Semmai è 'reo' di non avere sfondato alle recenti elezioni, che una colpa non è...
E' peraltro arcinoto che tutti preferiscono puntare lo sguardo e le loro attenzioni verso i carri dei vincitori (o presunti tali)... E magari, perché no?, palesare indifferenza (o peggio) alla 'lapidazione' di qualche perdente, così... per sfogo o semplicemente perché quello è l'insegnamento della società cosiddetta 'civile'...

Che cosa dire, invece, delle colpe e del dolo accumulati nei decenni da tutti quei farabutti e corrotti candidati alla galera che, al contrario, alle recenti elezioni hanno, ancora una volta, allegramente sfondato rientrando trionfanti nel 'nuovo' Parlamento dal quale, in realtà, non sono mai usciti né tantomeno sono mai stati cacciati?

C'è poi da considerare che l'esito, per lui, potrebbe radicalmente e favorevolmente cambiare alle prossime, forse imminenti elezioni...
In tempi di turbolenza come quelli che si stanno vivendo, i carri dei 'vincenti' possono metterci poco a ribaltarsi e a cedere il passo a quelli che oggi appaiono dei perdenti...
Occhio per coloro che, con troppa disinvoltura e magari all'ultimo momento, saltano sui primi, convinti di essersi messi in salvo e al sicuro... dai ribaltamenti...
.
Se un giorno si potrà mai intraprendere una seria campagna di pulizia del Paese dai malfattori, a cominciare dai politici e faccendieri annidati nelle Istituzioni, ci sarà eccome bisogno di uno con la sua professionalità e il suo rigore... Anzi, uno solo non basterà di certo: lo farebbero fuori...
.
Impossibile, ovviamente, con un governicchio modello Bella Napoli-tano... Il 'governo' dello schianto finale...

venerdì 12 aprile 2013

Nuovo allarme dagli imprenditori in convegno a Torino...


I rappresentanti delle piccole e medie imprese riuniti a Torino denunciano...

Il grido di dolore della Piccola industria "Tempo scaduto..."
Rabbia per la politica assente...
Crisi...: perdiamo 40 imprese al giorno, serve terapia d'urto
Confindustria, un minuto di silenzio per le settantamila imprese chiuse: "Fabbrica che chiude come un lutto"

Il 'padre' di Denise Garofalo...


Tale mafioso Carlo Cosco, poche ore dopo avere sequestrato, barbaramente martoriato e torturato, quindi assassinato la compagna Lea Garofalo, 'rea' di aver collaborato con la Giustizia, dopo averne vilipeso e bruciato il suo corpo, lui e i suoi complici, averne rotto le ossa con un badile mentre bruciava affinché non ne rimanesse che cenere, ha inteso riversare tutto il suo 'sincero amore paterno' sulla loro figlia Denise, organizzando per lei e contro la sua volontà la festa per il suo 18° compleanno...
Poi, grazie all'impegno dei magistrati e delle forze dell'ordine inquirenti, tutto ha preso una brutta piega, per lui e per i suoi complici...
Anche al suo proposito di eliminare la stessa sua figlia, 'rea' di non rassegnarsi e di non darsi una ragione della 'scomparsa' della propria madre, è stato costretto a rinunciare... Si badi bene, solo a causa dell'evolversi degli eventi a lui avversi...  
http://www.tg1.rai.it/dl/tg1/2010/articoli/ContentItem-1a7e25ab-395b-44dd-855d-75d82f0522c6.html?refresh_ce
http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/04/11/omicidio-lea-garofalo-pentito-lho-fatto-per-amore-di-denise/559048/
.
Qualche anima 'compassionevole' gli faccia trovare una corda... Con l'auspicio che costui abbia il coraggio di farne l'uso più appropriato... Lo Stato faccia il resto, con minimale dispendio di tempo e risorse...
Non c'è spazio, tempo, risorse per degli esseri umani di una tal specie...
La Caina li aspetta...
----------
P.S.
> I capi cosca devono avercela 'a morte' con lui, non tanto per quello che ha fatto né per quello che meditava ancora di fare, ma per essersi fatto scoprire...
> C'è qualche politico iper-garantista, magari con maturata esperienza borderline, che ritiene di dover spezzare una lancia in favore di questi inqualificabili esseri, infima espressione dell'universo mafioso?

La quarta crisi...


Il recente post  La crisi del Bel Paese, un mostro a tre teste... non è esaustivo di tutte le crisi che si vanno scatenando: non vi è fatta chiara ed esplicita menzione di una quarta crisi che, senza dubbio alcuno, si va manifestando, alimentata dalle altre tre, soprattutto da quella economica e da quella politica.
Ne sono ancora immuni e non ne avvertono la presenza, la gravità e le potenzialità distruttive quelli delle caste al potere, finché se lo possono permettere...
Si tratta di quel sempre più grave mix di crisi sociale e psicologica che si va diffondendo a macchia d'olio e che avvertono, in giro e nell'aria, anche coloro che hanno una sensibilità di poco superiore a quella di un bove... Quindi avvertita non solo, per ragioni più che evidenti, da chi è già finito nel disagio economico... E non solo per quell'inequivocabile segnale d'allarme che arriva da chi si toglie la vita per cause economiche...
Già perché ha tutte le sembianze di una crisi epidemica che colpisce un pò tutti... Basta guardarsi attorno, sulle strade, ad esempio, in questi ultimi tempi: non serve uno psicologo per sondare gli umori, gli stati d'animo, le reazioni e le degenerazioni comportamentali della gente. Forse, nell'analoga crisi di ottant'anni fa seguita al '29, era più che altro la fame a mietere vittime, oggi e ancor più domani, in questo mondo globalizzato per tutti i versi, evoluto nel bene e nel male, lo saranno anche ( ma non solo) le 'crisi di nervi' collettive, non certo soltanto quelle individuali...
Ma i risvolti degenerativi prossimi futuri, a pensarci bene, suonano ben più gravi di quello che oggi si possa percepire...
C'è da chiedersi quali eventi ci aspettino. E le risposte, sempre a pensarci bene, non sono certo tranquillizzanti...