domenica 22 febbraio 2015

I vessilli di Satana...

Periodicamente manda i suoi messaggeri, criminali seminatori di morte...

Da quelli, ben noti, di ieri...



         ... A quelli 'nuovi' di oggi...

Immagini e video, dagli stessi diffusi, che confermano, ben oltre ogni ragionevole dubbio...

[Fonte: Google Immagini, parola chiave isis]

E gli ‘spettatori’ del mondo globalizzato, dai potenti ai comuni mortali, stanno a guardare i ‘film’ dell’orrore giornalmente diffusi in rete, quasi come fosse una produzione hollywoodiana…
Come in altre simili vicende del passato, nessuna drastica reazione che contrasti e tronchi sul nascere quel crescendo di atrocità e chi le commette…
Ci sarebbe poi anche da chiedersi chi ha contribuito a scatenare quest’ultimo inferno, ma questo è un altro capitolo…
La criminale, martellante propaganda mediatica di questi seminatori di morte viene subita senza apprezzabili reazioni… Eppure potrebbe essere messa in atto una qualche efficace strategia di difesa e contrasto, almeno a livello mediatico, in particolare di rete…

C’è solo un aspetto da cogliere nel giusto senso rispetto a certi passati genocidi (commessi non sempre in modo così evidente a tutti fin dalla prima ora): le prove dei sistematici crimini contro l’umanità sono continuamente fornite dagli stessi autori e sono sotto gli occhi di tutti… Nessuno, a nessun livello, può o potrà dire che non sapeva o non si era accorto…

Post precedente sul tema... Chi c’è dietro ai fanatici criminali dell’Isis e di Al Qaeda?



In buona sostanza, che cosa mette in campo l'Occidente per contrastare e stroncare questo 'nuovo' criminale esercito del terrore?
Un approccio multiforme e contraddittorio, sullo sfondo di un modello di 'sviluppo' vecchio e decrepito, forzato e artificioso... 

Aggiornamento del 14 novembre 2015

Con la catena di massacri di ieri notte a Parigi, hanno fatto il 'loro trionfale' ingresso nel cuore della vecchia (e appiattita) Europa...
Le loro teste di ponte si sono insediate e, come ben si vede dagli effetti, già operano 'alla grande'...
C'è da chiedersi come andrà a finire, vista la povertà delle iniziative di contrasto (e le contraddizioni) che dovrebbero arrestarne e respingerne l'avanzata e la diffusione ...

Nell'immagine di sx, l'interno del teatro Bataclan dopo il vile e inumano massacro di Novantotto Inermi
Nell'immagine di destra, Valeria Solesin: tutti avevamo sperato, fino all'ultimo, che si fosse salvata...



Aggiornamento del 24 novembre 2015
Alberto Solesin: une leçon pour tous...
I funerali di Valeria Solesin, la lezione dei genitori...


Nessun commento: