venerdì 20 ottobre 2017

Banca d'Italia oggi: Visco si, Visco no...


Nel 2011: Ignazio Visco: un 'buontempone' alla Banca d'Italia, si direbbe...

Qualche banale constatazione:
> C'è chi lo ha piazzato a suo tempo in quel posto...
> Chi lo vuole riconfermare...
> Chi non lo vuole più e spara fumogeni...

La deduzione più semplice e logica?
Che è tutta un'associazione a delinquere...
E i fatti lo dimostrano...

sabato 7 ottobre 2017

"Oddio, hanno trombato la Mogherini!", si legge sulla prima pagina di Libero di oggi...

Sovratitolo: "Non ha preso il Nobel. Pace"

Con tanto di annessa appropriata immagine...


Riferimenti:
https://www.pressreader.com/italy/libero/20171007
https://www.pressreader.com/italy/libero/20171007/282286730478494
http://www.liberoquotidiano.it/ricerca?q=mogherini&idcanale=1

E, perché no?...
Le tre ministre che tirano di più... il carro di Renzie (giugno 2014)
>  Renzie, Premier Iperattivo... (agosto 2014)





Aggiornamento del 13 ottobre 2017
Da RaiNews... Mogherini,intesa Usa-Iran voluta da ONU
Trattandosi di un genere di articoli che, solitamente, ha 'vita breve' (motivo: contenuto squalificante della dichiarazione riportata per il ruolo di chi l'ha fatta, non importa se correttamente riferita, e in quanto tale da far passare al più presto sotto silenzio), eccone qui di seguito ripreso tal quale il contenuto:
(Conferenza stampa della Mogherina di oggi 13 ottobre 2017)
"L'accordo Usa-Iran non è un'intesa bilaterale, non può essere rotto da singoli Paesi ma solo dall'ONU che ne è il garante. L'Unione Europea tutelerà l'intesa". Così l'alto rappresentante UE per la politica estera, Mogherini, dopo gli annunci di Trump che ha "decertificato" l'accordo sul nucleare siglato nel 2015 "L'accordo è solido e funziona, continuerà ad essere attuato a beneficio di tutti", prosegue. "Il presidente degli Stati Uniti non ha il diritto di rescinderlo", conclude. "Il discorso di Trump è discorso di politica interna".

Lo vada a dire a Trump e poi, faccia il piacere, se ne vada a casa... Si tolga di mezzo con le sue stronzate che non si reggono in piedi...
D'altronde, da una faccia così cosa volete che ci esca?


mercoledì 27 settembre 2017

Cariatidi, trombati & riciclati 'mobilitati' nel 'salvataggio' di Banca CaRiGe...

Al capezzale della banca moribonda... e non certo a fini di beneficenza

Il Consiglio di Amministrazione di CaRiGe...

Tra i nomi spicca quello dell'ex sindaco di Genova avv. Pericu (Periculusu! era apostrofato dai dipendenti comunali quand'era in carica) e dell'avv. Sara Armella reduce dalla disastrosa presidenza della Fiera di Genova nonché moglie del compagno Lunardon già segretario regionale del PD...
Viste le premesse, sarebbe interessante approfondire in merito alle peculiarità dei componenti l'intero CdA...
Ma una sintesi arriverà con l'esito dei loro 'cimenti'...

A proposito di CaRiGe, domani 28 settembre 2017 scatta il forzato aumento di capitale...
Banca Carige ad una svolta storica, pronta all'aumento di capitale

Per gli ottimisti CaRiGe non è ancora completamente spolpata...
In fondo, anche nel peggiore dei fallimenti c'è sempre del buono (per chi lo gestisce), più d'uno andrà pensando...

mercoledì 13 settembre 2017

Renzo Piano's Beach Entrapment

Entrapment, concetto che ben si comprende, anche dalla pronuncia...

video

  I forti venti occidentali di questi giorni, che spirano al largo delle coste francesi, ruotano da Sud-Ovest rinforzando tra la Liguria e la Corsica, per ruotare ancora da Sud-Est prima di impattare la costa ligure...
L'effetto sulla condizione del mare di ieri 12 settembre, ore 13 circa, si nota nel breve video che riprende la spiaggia di Punta Nave, tra Genova-Voltri ed Arenzano, sotto l'area del RPBW (Renzo Piano Building Workshop).
Un arenile artificialmente ampliato nel 2010 con centinaia di camion di ghiaia e pietrisco previa posa di un 'pennello' di protezione fatto di massi ciclopici a partire dalle formazioni rocciose emergenti a riva, rinforzate e collegate tra loro da un molo-sarcofago di calcestruzzo...
Uno stravolgimento che provocò all'epoca le proteste degli indignati abitanti e di tutti coloro che avevano a cuore la salvaguardia della costa ma che, a lavori conclusi, era stato di fatto pian piano assimilato vista la fruibilità di un nuovo ed esteso arenile, sia pure artificiale, in grado di ospitare alcune centinaia di bagnanti (in periodo estivo e a mare calmo)...
Un intervento che non può essere stato fatto all'insaputa dell'arch. Renzo Piano...

Ieri i gestori del chiosco, appena visibile sulla dx delle prime immagini video, hanno 'invitato' i bagnanti (a dire il vero non molti, ma non è questo il punto), che sostavano sul residuo lembo di spiaggia sottostante il muro, ad evacuare alla svelta per non rimanere intrappolati dalla mareggiata in rapido peggioramento.
Già perché l'unica via di fuga possibile passa per le scale poste alle spalle di chi ha fatto il video, scale che conducono sulla sovrastante passeggiata e quindi sull'Aurelia.
E dall'altro estremo della spiaggia, all'altezza del molo e del 'pennello'? Quel che resta di una vecchia rampa pedonale è superiormente sbarrato da una cancellata a margine di un mappale di proprietà privata (Fondazione Renzo Piano) e inferiormente da una transenna che ha ben poco del provvisorio... Pubblico passaggio interdetto, quindi... Un lembo di superficie, quel mappale, marginale rispetto all'intero complesso del RPBW e di fatto dallo stesso fisicamente separato per l'interposta pubblica passeggiata a mare che collega Voltri con Arenzano (e dall'esclusivo accesso carrabile al complesso, contiguo alla passeggiata stessa).
C'è da chiedersi se il pur lodevole 'invito' dei gestori del chiosco sia tutto quello che può offrire un protocollo di sicurezza a salvaguardia dei frequentatori di quella spiaggia, più o meno inconsapevoli di certo pericolo. E quando non sono presenti i gestori del chiosco?


Nelle due immagini qui a lato, i lavori nel 2010.

Nelle due successive, lo stato finale (e attuale).


Nelle due ultime, l'attuale sbarramento a mare sotto l'area del RPBW con quel che resta del vecchio passo pedonale di accesso, chiuso anche superiormente da una cancellata in ferro (appena visibile nell'ultima foto, in alto a sx ; i ruderi lato spiaggia, come invece ben si vede, sono lasciati alla... pubblica fruibilità...)























Una 2^ via di accesso alla spiaggia e al tempo stesso di fuga e sicurezza si potrebbe ripristinare senza nulla sottrarre al giardino a picco sul mare (che sicuramente starà a cuore all'Architetto...)

sabato 2 settembre 2017

"La crisi è finita!", vanno raccontando (per l'ennesima volta) i soliti cialtroni...


"La peggiore crisi dal dopoguerra è alle spalle..., la messa in sicurezza del sistema bancario italiano è cosa fatta...", sentenzia il premier Rentiloni... Gli fa eco Fonzie il quale, anche forte del suo job act, se ne aggiudica tutti i meriti...

Il tutto in presenza di:
> un inarrestabile debito pubblico, ormai fuori controllo;
> una oppressione fiscale insostenibile (beninteso per chi la subisce);
> la disoccupazione giovanile al 40% e quella in età lavorativa al 12% (dati ufficiali Istat ma le percentuali reali sono ben più drammatiche, specie riguardo a quel 12%...);
> una schiacciante percentuale di precari e sottoccupati tra i lavoratori classificati come 'occupati'
> il reddito dei contribuenti (e quindi delle famiglie italiane) in generale, costante erosione;
> mafie, corruzione e malcostume dilaganti, dai livelli più alti a scendere;
> una imperante burocrazia nell'apparato pubblico;
e, quel che è peggio (e che promette malissimo),
> i soliti maneggioni e faccendieri della politica e dell'alta (si fa per dire) finanza, artefici del disastro tutt'altro che esaurito, ai loro posti di comando...

Sicuramente un tocco di bacchetta magica (e di 'merito') in più nell'aver messo in sicurezza, in quattro e quattr'otto, il sistema bancario nazionale... (ovviamente per chi ci crede...)

Mr. Magoo, il famoso Mago dei cartoons, al loro posto non avrebbe fatto di meglio!

Dall'Istat (che sbandiera una crescita annua del PIL dell'1,5%!) ai soliti politici decotti, dai soloni della finanza riuniti a Cernobbio ai media tutti, se la suonano e se la cantano...

Per chi cercasse conferme sulla tanto sbandierata ripresa, chieda ai commercianti (che non siano del genere Mario Moretti Polegato di Geox) se la 'sentono' o se la 'vedono'...

La solita bufala estiva o, nella più favorevole delle ipotesi, l'ennesimo fuoco di paglia... Un appuntamento con la solita (dis)informazione di regime che si ripete puntuale...
Qualche esempio? Eccolo:
'La cura Draghi rafforza il Monti-bis'... (estate 2012)
>  La tradizionale 'ripresa' estiva... (estate 2013 nonché 2010 e 2011)
"La ripresa c'è..." diceva il compagno presidente nel 2009... (estate 2013 nonché 2009)
ll forzista (e già ministro) Romani parla tutte le sere in TV... (estate 2014)
 Lavoro, Poletti: dati inequivocabili, il Paese riparte (estate 2015)
>  "L'Italia ha ripreso finalmente a correre". Consumi-industria: Renzie celebra la ripresa (estate 2015)
Crisi, Renzie: ripresa c'è, l'Italia ora ricomincia a correre (estate 2015)
Ma si potrebbe continuare l'elenco con molti altri vecchi post e articoli di giornali online...

Aggiornamento del 6 settembre 2017
Non imbroglioni ma chiaro-veggenti, qualcuno va insinuando...
Ma 'chiaro-vedere' nel lontano 2009 una ripresa di là da venire otto anni dopo, come 'chiaro-vedeva' all'epoca il compagno presidente, è impresa da veri e propri giocatori d'azzardo, per di più di assai basso profilo...
Con tutti gli altri suoi compari al seguito...
Per chi non si fa incantare da tutti questi imbonitori da fiere, c'è una spiegazione al possibile fuoco di paglia della tanto decantata ripresa. La spiegazione sta in un vecchio ma sempre attuale post...Gufi, corvi e saprofagi ovvero "Le pouvoir d'achat des classes moyennes".
Aspettiamo di vedere il seguito, in particolare di quanto 'fiato' disporranno ancora le classi medie, purtroppo tendenti al basso, tartassate e al tempo stesso sollecitate ad esporsi sul fronte del consumismo da un incessante martellamento mediatico, in particolare per quanto riguarda auto & suv, con crescente e generalizzato sovraindebitamento... 

giovedì 29 giugno 2017

Acronimo CV: non solo Curriculum Vitae...

... ma ora anche Cambiare Vita!

Lo racconta la sorprendente, schietta Testimonianza di Laura Carbone...
http://www.lauracarbone.it/

Un germoglio nuovo e diverso rispetto alla squallida realtà e aridità del mondo e della materia, triti e ritriti, che si dovrebbero trattare in questo blog...

La scoperta di un Personaggio un po' tardiva da parte di chi scrive ma... meglio tardi che mai!

Certe doti, come la sincerità, un profondo senso critico, la capacità e la volontà di informare a 360°, non si riscontrano praticamente quasi più in questa logora società dei consumi, compresa la rete...

Grazie all'Autrice per quanto scrive nel suo sito, per il suo libro e per il suo lodevole intento di trasmettere un eccezionale bagaglio di conoscenze ed esperienze da lei acquisite a chi ne fosse interessato!
In particolare, quelli (giovani o anziani) che, a cuor leggero e sulla base di incerte conoscenze, cercano di cambiar vita espatriando (sull'onda dell'entusiasmo o poco più) magari verso qualche 'paradiso terrestre', farebbero bene a leggersi tutto, ad assimilare e a meditarci sopra... E poi, eventualmente, partire...

domenica 4 giugno 2017

Torino, Piazza San Carlo, 3 giugno 2017: 'Prove di Antiterrorismo'

Sottotitolo: Terroristi islamici, finanziatori, supporters & Co.

Più di 1.500 feriti, dei quali alcuni in gravi condizioni, fra i trentamila accalcati (ma sarebbe meglio dire indotti ad accalcarsi) sulla piazza per la gran finale della Champions League...
Un evento di gravità inaudita...
Nessun atto terroristico quale causa scatenante...
Forse, fra le concause dell'innesco, anche la (ben più banale) brutta piega (per Juve & juventini) presa dalla partita: 'ottimo motivo' per mandare fuori di testa più di un fanatico squilibrato...

Si sente poi dire con insistenza che i terroristi islamici sono finanziati da certi paesi arabi del Golfo...

Ci sarebbe da capire bene il giro...
Di chi supporta direttamente, indirettamente, più o meno involontariamente il terrorismo...
Compresi quei sadici degenerati che, in nome della decotta civiltà occidentale con i suoi annessi e connessi, non evitano di mandare allo sbaraglio delle moltitudini...

Fly Emirates!, verrebbe da esclamare... E non solo...

Un post precedente sul tema...
I festeggiamenti di Capodanno blindati...

sabato 18 marzo 2017

Renzie... Meno male che Silvio (& Co.) c'è...

... E viceversa...

Tant'è che... Forse non tutto è perduto, tanto per il figlioccio quanto per il suo padrino politico...

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/03/17/minzolini-travaglio-ennesima-provocazione-di-una-classe-politica-accecata-dal-terrore-delle-indagini/3457330/

No further comment needed...

Solo una 'banale' equazione da risolvere per il prossimo futuro...
Quel che resta di Renzie + quel che resta di Silvio = ?

domenica 12 marzo 2017

Il tema del giorno: l'Euro(pa) a due velocità...

Preparativi per una storica 'INC.COOL 8' all'italiana?

Tanto ne parlano i soliti soloni nostrani senza conoscerne il senso, pare di capire (ma ci sarebbe da stupirsi del contrario)...
Europa a due velocità: spiegate a Gentiloni che non saremo in prima classe
Doppio euro? L’Italia pensa di essere in serie A

Un recente post su questo tema...
Padoan & la bufala della riduzione del debito pubblico...

Riassumendo, qualche dato di riferimento, oggettivamente certo, lo abbiamo eccome:
1) Crescita economica a più che bassa velocità, quasi ferma, con tutto quello che ne consegue, sintetizzabile nel concetto di 'permanente crisi economica' ('pacchetto' che racchiude molteplici aspetti, tutti negativi)...
2) Allarmante ammontare del debito pubblico e, quel che è peggio, sua inarrestabile crescita, con tutto quello che ne consegue, inclusa la prospettiva di default...
E non si tratta di due variabili indipendenti bensì in stretto rapporto sinergico biunivoco, rapporto, ahi noi, perverso e rovinoso...
Se è in base a grandezze e parametri come questi che si misurerà la 'classe di velocità di appartenenza' (e non vi è ragione perché non sia così), c'è di che preoccuparsi, e non poco...

Euro di serie B?
O Nuova Lira, magari 'Pesante' (pari, come l'Euro del 2002, alle 1936,27 vecchie Lire)?
Cambio prefissato alla pari con l'Euro di serie A all'esordio?
E poi libero cambio in pasto al mercato?
C'è qualcuno che crede ci sarebbe una corsa ad accaparrarsi l'uno (l'Euro di serie B) ovvero l'altra (la Nuova Lira)?
La fuga, è fin troppo evidente, si può prevedere solo nell'altro senso... Sempre che sia dato modo (e tempo) di metterla in atto...
Lo 'spauracchio' (termine riduttivo) è una svalutazione (*) tra le due monete che in molti stimano arrivare al 50% nel giro di poco e un fardello di altre allucinanti negatività che sarebbe troppo lungo elencare qui ma che sono analizzate e quantificate in molti siti e articoli presenti sul Web e rintracciabili con le pertinenti parole chiave...

Stando così le cose, una nuova importante 'INC.COOL 8', per i risparmiatori del fu Bel Paese in primis e in generale per l'intera Nazione, starebbe prendendo forma dietro l'angolo...
Non certo soli in questa tristissima sorte, ma in compagnia di altri Paesi consimili accomunati nello stesso destino...
Giocoforza pensare che certi accadimenti che ci aspettano al varco non saranno solo dipendenti dalla volontà (irresponsabile e suicida) dei nostri rappresentanti politici ma dipenderanno anche (e soprattutto) dai Paesi che reggono le sorti dell'Euro (quelli realmente e meritatamente appartenenti alla 'Serie A') e dalle loro mosse...
----------
(*) Una svalutazione relativa della moneta debole (Euro di serie B o Nuova Lira che sia) rispetto all'Euro di serie A il quale, alleggerito del peso morto rappresentato da certi Paesi come l'Italia, nel contempo si rivaluterebbe...

Aggiornamento del 15 marzo 2017
Il nostrano Azzeccagarbugli di turno tenta l'arrampicata sugli specchi a Strasburgo ingranando la retromarcia rispetto a quanto affermato alcuni giorni fa e vaneggia in un'aula parlamentare quasi deserta...
Gentiloni: «Non ci sarà un’Europa di serie A e di serie B: no a nuovi muri»
Ha ragione: Non ci sarà perché c'è già... Nella sostanza e nei fatti!

Aggiornamento del 17 marzo 2017
La smentita del nostrano Azzeccagarbugli di turno diventa un'ossessione da ripetere, si presume, almeno fino al totale suo personale auto-convincimento... Chi altri pensa di convincere? I Paesi forti che hanno al traino Paesi come l'Italia che lui rappresenta?...
Gentiloni; l'Italia non accetterà mai una divisione tra Europa di serie A e Europa di serie B.
Molto spesso le ossessioni nascondono insicurezza e timore che gli eventi prendano pieghe contrarie ai 'propri interessi di bottega' e, proprio per questo, possono anche apparire veicolo di più o meno velate minacce e veti verso chi manifesta intenzioni di segno opposto....

lunedì 13 febbraio 2017

Ops! E' cascato Renzie...

... e si è pure rotto...

Al Carnevale di Follonica, con 5 feriti tra i quali una bambina di 4 anni...

Un'ecatombe dal suo insediamento al Governo ad oggi...

E' in atto il (vano) tentativo di risollevare lui, e con lui l'intera combriccola del PD, con ogni mezzo possibile, all'occorrenza anche con l'ausilio di un'autogrù all'uopo noleggiata...

Un assillante e disgustoso spettacolo, quello offertoci in questi giorni dai commedianti del PD, ostinatamente somministrato dai media.
Una squallida sceneggiata senza fine che la stragrande maggioranza dei cittadini, sotto assedio a causa della crisi, è costretta a subire e farebbe molto volentieri a meno di vedere incessantemente rappresentata...
Quella crisi di cui i suddetti commedianti sono tra i principali responsabili...
Crisi che hanno contribuito a far crescere a dismisura permettendo che degenerasse al punto da tramutarsi in un 'mostro che si autoalimenta', ormai in modo incontrollabile e irreversibile.
Innumerevoli i segnali premonitori, anticipati anche su questo blog (e rintracciabili in gran numero, anche con la parola chiave Renzie)

sabato 11 febbraio 2017

La Sindaca Virginia Raggi & la 'Patata Bollente' di Libero...


Dopo l'eclatante, dura reazione di condanna da parte del mondo politico e giornalistico quasi al gran completo (Grillini in testa), ora tutti, proprio tutti, sanno di quella prima pagina di Libero (che altrimenti sarebbe passata quasi inosservata ai più)...
Sorprende la critica di Grillo: più d'uno si sarebbe aspettato che la commentasse con una battuta di spirito, com'è nel carattere del Personaggio...
La bufera scatenata ha prodotto un effetto amplificatore enorme nella diffusione di quella pagina, specie sui media televisivi...
"Obiettivo centrato!", verrebbe da dire... 'A beneficio di chi' è il quesito da sciogliere...
Non fosse per l'accostamento al caso Silvio-Ruby-Olgettine, che pare proprio fuori luogo, ci sarebbe da concordare con Vittorio Sgarbi, ospite di Lilli Gruber a Otto e Mezzo, ieri sera...
Se poi si sente parlare anche di relazioni sentimentali, amori e quant'altro...
"Ekkessarà mai?!...", verrebbe da esclamare, "... In confronto al degenerare della Capitale e dell'intero fu Bel Paese!"

martedì 7 febbraio 2017

Padoan & la bufala della riduzione del debito pubblico...


Padoan: "Riduzione debito nostro obiettivo centrale"
Padoan: "Riduzione debito centrale per Governo"

Una panzana che gli Azzeccagarbugli (che si succedono) al potere ripetono sempre tal quale, ormai da decenni...
Qualche post del recente passato sul tema...
Il pressing di Napolitano: abbattere il muro del debito pubblico…
Olli Rehn, il Finnico...

Riemerge in questi giorni l'ipotesi dell'Europa dell'Euro a due velocità, una eventualità già oggetto di attenzione nel recente passato (e trattata anche in questo blog nei primi anni della crisi economico-finanziaria).
I 'nostri' soliti soloni della politica e dell'alta finanza di oggi e di ieri, unici e veri responsabili del tracollo del fu Bel Paese, alla domanda: "In quale dei due gruppi l'Italia si troverebbe piazzata?", rispondono senza esitazione alcuna: "Ma nel gruppo dei primi, naturalmente!"...
Inguaribili ottimisti fino al midollo, i 'nostri' personaggi, e si comprende molto bene il perché...

venerdì 3 febbraio 2017

'Voluntary Disclosure' versione Credit Suisse...

'Voluntary Disclosure' according to Credit Suisse...
'Voluntary Disclosure' selon Credit Suisse...
'Voluntary Disclosure' nach Credit Suisse...
Warning:
This post is not light reading at all (not only a matter of language). It serves the purpose of memorandum for someone, both directly or indirectly interested in the subject...
Questo post, in fatto di pesantezza, è un mattone...
La sua funzione è quella di promemoria per taluno, direttamente o indirettamente interessato al tema...

Descrive, si spera in modo sufficientemente chiaro, il seguito del post Voluntary Disclosure: assalto all'ultima diligenza...  del 18 luglio 2015...

1^ Lettera all'Ombudsman con le ragioni (del 03 dicembre 2015):



2^ Lettera all'Ombudsman con le ragioni (del 21 ottobre 2016):



Lettera di risposta dell'Ombudsman (del 07 dicembre 2016):

  

Replica all'Ombudsman (del 27 dicembre 2016):




sabato 14 gennaio 2017

UNICREDIT: buco di bilancio & aumento di capitale...


http://www.ilfattoquotidiano.it/premium/articoli/unicredit-mustier-rivela-un-buco-da-20-miliardi-il-settore-bancario-trema/

Una voragine da 20 miliardi di Euri...
E, cavalcando il 'momento propizio', ecco il rimedio: un bell'aumento di capitale da 13 miliardi di Euri nel bel mezzo di una crisi finanziaria senza precedenti per dimensioni ed effetti devastanti...

Molti gli 'antefatti' e i segni premonitori, taluno riportato anche su questo blog...
> 13 luglio 2010: L’idea del fondo per salvare le banche dal fallimento…
> 21 settembre 2010: Conflitto al vertice di UniCredit...
> 6 gennaio 2012: Alessandro Profumo & Corrado Passera, i banchieri del 'suc-cesso'...
> 29 gennaio 2013: Montepaschi: Alessandro Profumo, uno del giro...

Oggi, inizio del 2017, il 'bello' (si fa per dire) per il gruppo Unicredit e le altre banche in odore di crac deve ancora venire...
Ci sarebbe poi da valutare l'effetto domino sulla generalità delle altre banche, al momento in condizioni ritenute meno critiche...

Marchionne: tra gli emolumenti di un anno e il valore della vita di un ragazzo è ammesso il confronto...


Legal Damages Upheld in Fatal Jeep Fire

Post precedente sul tema...
Tra il valore della vita di un ragazzo e gli emolumenti di Marchionne... vietato il confronto!

No further comment

lunedì 2 gennaio 2017

Genocidio di Aleppo... e la Chiesa invita a pregare...


Contro il nazismo e i suoi orrori sarebbe bastato pregare? La risposta viene dalla Storia...

Ora in Siria si sta compiendo un genocidio. I membri e ministri della Chiesa predicano che le notizie di continue stragi di civili inermi non devono indurci all'assuefazione bensì alla continua reazione. Quale tipo di reazione?, uno aspetta di sapere... La risposta è: pregare...
Nessuna intenzione di mettere in dubbio il valore e, perché no?, la potenza della preghiera...
Ma la Chiesa, con le sue fonti d'informazione, non potrebbe contribuire a fare chiarezza sui responsabili di questo genocidio e accusarli apertamente per quello che sono?
Oltre all'Isis e altre formazioni terroristiche di cui ormai ben conosciamo gli orrori, chi sono gli altri responsabili?
Il dittatore di Ankara che, nel marasma, punta all'annientamento dei Curdi e su questi scarica le responsabilità di attentati e stragi in Turchia?
Il dittatore siriano Bashar al-Assad che, con l'aiuto di Putin, intende stroncare ogni forma di opposizione al suo regime, quindi non solo i terroristi dell'Isis?
I fabbricanti di armi che traggono enormi benefici da guerre e carneficine?
L'intero Occidente, con gli USA in testa, dall'atteggiamento e comportamento quanto mai ambiguo e fors'anche sospetto?
Chi altri?
La Chiesa ha gli strumenti e i canali per sapere esattamente come stanno le cose, in buona sostanza per conoscere e divulgare la Verità, smascherare e condannare gli Stati, i Governi e tutte le entità criminali operanti nella regione...
Perché non lo fa?
Nessuna lezione dalla Storia?

Un post precedenti sul tema...
Siria: chi combatte chi?

Un altro vecchio post che invece fornisce l'immagine di una certa Chiesa...
Caro monsignor Galantino, non si scandalizzi troppo...