sabato 15 febbraio 2014

Paganini, violinista del diavolo...

Riflessioni (e curiosità) sopra un Genio...

Riferimenti:
http://it.wikipedia.org/wiki/Niccol%C3%B2_Paganini
http://www.treccani.it/enciclopedia/niccolo-paganini/
http://tanogabo.com/niccolo-paganini-il-violinista-del-diavolo/

La convinzione era tale, che il vescovo di Nizza, ove mori il 27 maggio 1840, ne vietò la sepoltura in terra consacrata...
Era affetto (?!) da aracnodattilia: dita estremamente lunghe e mobili... Che gli permisero di arrivare a livelli di esecuzione tecnica insuperati!
Le sue esecuzioni al violino finivano spesso con la volontaria e progressiva rottura delle corde e la conclusione del concerto sull'unica corda superstite, quella di sol. Si legge che incidesse le corde stesse tranne l'unica che doveva resistere...
"Paganini non ripete", aveva fatto rispondere al Re Carlo Felice che gli aveva chiesto un bis al Teatro Carignano di Torino, facendo incazzare non poco il sovrano...
Visse in gioventù, per un certo tempo, anche in località Romairone, nei pressi di San Quirico (in Val Polcevera, entroterra di Genova, non lontano da dove scrivo), nella casa paterna... Più d'uno lo avrà sentito suonare il violino (e la chitarra) anche lì, circondato e attratto dall'ambiente rurale di tutta una vallata (un ambiente naturale e originale che finirà per essere stravolto e devastato dai peggiori insediamenti industriali, come la raffineria ERG, che quelle stesse aree subirono in tempi più recenti)... Ancora a Romairone fu ospitato per un certo periodo il suo feretro peregrinante prima della definitiva sepoltura in quel di Parma.
La sua casa natale, nel centro di Genova, fu demolita nei primi anni '70 (molti, un pò in là con gli anni, ricordano l'evento)...
Questo e ben altro si legge a proposito di un Genio...

Un vecchio post sul tema... Vendere il 'Guarneri del Gesù' di Paganini per 'fare cassa'...

Nessun commento: