domenica 28 dicembre 2014

Tragedia del Traghetto 'Norman Atlantic': Nuova Infamia Italiana


Domenica 28 dicembre 2014, ore 20

Quasi trecento persone sono ancora intrappolate a bordo del traghetto battente bandiera italiana, a patire l'assideramento sui ponti esterni della nave in preda ad un devastante incendio, intossicati dai fumi, piedi a contatto con le lamiere arroventate dei ponti, con la prospettiva di morire bruciate vive o l'alternativa di gettarsi nei marosi in piena notte in condizioni termiche glaciali pur di sottrarsi al fuoco...
Immeritate condanne da Inferno dantesco...
Tutto questo sta accadendo nel braccio di mare tra l'Italia e l'Albania, non in pieno Oceano Atlantico o Pacifico.
Non è bastata l'intera giornata per trarle in salvo.
Il mare in tempesta, l'incendio che sta divorando l'intera nave, il rischio di affondamento e ora la notte sopraggiunta a complicare ogni ragionevole soccorso fanno temere il peggio.
Un Paese, l'Italia, che sprofonda anche con questa tragedia... (*)
Il mondo intero, impotente, sta vivendo in tempo reale il dramma che si sta consumando a qualche decina di miglia dalle coste italiane della Puglia...
Stanotte si può dormire sapendo di una tale tragedia in atto?
Questo non è un incubo, di quelli che al risveglio svaniscono...
----------
(*) "The show must go on", valuteranno gli scellerati in capo al Paese, dopo qualche lacrima di coccodrillo imposta dalla 'tristissima circostanza'...

Aggiornamento di martedì 30 dicembre sera
La tragedia si è consumata.
Sorte ha voluto che il traghetto non affondasse e che talune porzioni dei ponti alti rimanessero agibili, anche se in condizioni estreme a causa della fornace interna alla nave, delle lamiere dei piani di calpestio roventi, delle condizioni atmosferiche proibitive e del fumo tossico sprigionato dall'incendio.
Così i soccorritori della Nave San Giorgio, giunta sul posto nella serata di domenica 28, già nottetempo e per tutta la mattinata seguente, hanno potuto trasbordare e salvare i 212 naufraghi superstiti presenti a bordo, ultimo il comandante del traghetto Argilio Giacomazzi nel primo pomeriggio.
Quale che sia il numero delle vittime, la tragedia avrebbe potuto assumere proporzioni ben più drammatiche. Se non è accaduto, lo si deve alla sorte che non si è accanita fino in fondo e all'intervento dei soccorritori della San Giorgio, ai quali vanno riconosciuti professionalità, altruismo e merito, di squadra e dei singoli.
Analogo riconoscimento va anche agli equipaggi degli elicotteri che domenica 28 hanno fatto la spola fra il traghetto in fiamme al largo e la loro (lontana) base di Brindisi salvando diverse decine di naufraghi.
E' d'obbligo rendere merito anche agli equipaggi delle navi cargo e cruise i quali, non certo organizzati per un'emergenza di tali proporzioni e con un mare proibitivo, nella stessa giornata di domenica hanno tratto in salvo molti dei naufraghi finiti in mare o trasbordati dal traghetto in fiamme via elicottero, così come gli equipaggi di tutti gli altri mezzi di soccorso navali ed aerei intervenuti ad arginare la tragedia.
Anche quei due albanesi colpiti a morte da un cavo di traino spezzatosi nelle operazioni di soccorso vanno ricordati.
Le testimonianze riportano poi di quanto accaduto a bordo del traghetto in fiamme, allorquando tutti si vedevano la morte in faccia, del peggiore istinto e della peggiore indole umana che hanno avuto il sopravvento in quelle lunghissime e drammatiche ore... Anche qui la sorte è stata clemente e beffarda al tempo stesso: ha salvato gli 'ultimi' (donne e bambini in particolare), quelli pestati e cacciati dalle scialuppe di salvataggio da chi voleva essere primo a mettersi in salvo con la forza e la sopraffazione...
Diverse illazioni si sentono riguardo alla causa che ha scatenato l'incendio nel garage del traghetto... Considerata la presenza di molti clandestini entrati a bordo nascosti nei TIR, è possibile che taluno di loro abbia acceso una fiamma e prodotto l'innesco, meno probabile che lo abbia fatto qualche camionista rimasto abusivamente nella cabina del suo mezzo...
Questo aggiornamento non cambia il precedente giudizio sulle responsabilità italiane di vertice, riguardo al ritardo nei soccorsi, denunciate a caldo la sera di due giorni fa. Se i soccorsi, commisurati all'evento, fossero stati tempestivi, fors'anche tutti i naufraghi avrebbero potuto salvarsi.

martedì 23 dicembre 2014

La crisi sfianca e deprime un pò tutti, chi più chi meno...

... ma non quelli che l'hanno generata e che tuttora la alimentano...
... né tutto quel mondo che segue e mette in pratica il pessimo esempio che viene dall'alto...

Il Paese dovrebbe liberarsi dei parassiti e piattole a tutti i livelli per poter sperare di risollevarsi, un bel giorno, dal baratro ove è fatto sprofondare...

Una Speranza...
... E un Augurio di Buone Feste...
.

Bologna: l'attentato alla rete ferroviaria...


Puzza di balordi o, peggio, di 'provocatori'...
Non sarebbe la prima volta: il passato, più o meno recente, è costellato di attentati terroristici di certa matrice, alcuni gravissimi con elevato numero di vittime e di feriti...
I periodi feriali (natalizio ed estivo) sono sempre i 'preferiti': vedi la Strage del Rapido 904 di cui proprio oggi ricorre il 30° anniversario (*), la Strage dell'Italicus, la Strage alla Stazione di Bologna, ad esempio...
-----------
(*) Leggendo di questo attentato su Wikipedia, in particolare riguardo alle Indagini, non si può fare a meno di riscontrare nomi e coincidenze che a più d'uno possono apparire sconcertanti...
La 7^ e ultima delle Note ci ricorda che molti atti relativi a questa e alle altre gravissime e ben note stragi sono stati formalmente coperti dal segreto di Stato fino all'aprile scorso. L'Imbonitore da Fiere si attribuisce il merito di averli desecretati ma, da aprile ad oggi, niente di nuovo ed eclatante è saltato fuori... I soliti interrogativi si ripropongono: perché il segreto di Stato? E perché mantenuto anche per quaranta lunghissimi anni? La risposta non è poi così difficile... Con il passare dei decenni, tutto si diluisce, dal contenuto e sostanza di quegli atti all'interesse da parte dell'opinione pubblica nella ricerca e conoscenza della verità, dal bisogno di identificare gli autori delle stragi e soprattutto i mandanti (anche ai livelli più alti) a quello di avere Giustizia Vera fino in fondo... Per contro, certi segreti, alle lunghe, diventano (quasi) come quello di Pulcinella... purtroppo nel Paese dei Pulcinella...

La ripresa USA, in attesa di nuove conferme, specie dal mercato del lavoro...

Balza al 5% il PIL nel 3° trimestre (luglio ÷ settembre) 2014...

Third-quarter U.S. economic growth strongest in 11 years
US economy grows incredible 5% in third quarter 

Ma il trend degli ordinativi di beni durevoli, nel corrente 4° trimestre, non appare incoraggiante, e l'ottimistica performance del PIL potrebbe non ripetersi, si legge nei due articoli...

C'è poi la questione del mercato del lavoro...
The State of the U.S. Labor Market: Pre-December 2014 Jobs Release

Il diffondersi delle tensioni e rivolte a sfondo razziale, pur sempre innescate da problemi economici e disoccupazione tra le classi sociali più emarginate dalla crisi, poi, la dice lunga sulla reale entità della 'ripresa' in atto, sui suoi reali effetti e ricadute...

Una 'ripresa' con troppe lacune, per ora forse più sulla carta, vista anche quell'altra 'cartina di tornasole' che è il consenso nei confronti del Presidente Obama, consenso che non accenna a risalire dal modesto livello ove è crollato...

Comunque, tutt'altra 'musica' rispetto al disastro in atto nel fu Bel Paese...
Solo il rapporto Debito Pubblico/PIL ci rende simili agli USA (un bel marrone scuro sulla cartina a fianco ci 'unisce')... Ma, è arcinoto, da noi è regola copiare il peggio dagli altri e detenere i peggiori primati...

Total government debt as a percent of GDP by IMF (Sept 2012) 

Aggiornamento del 30 gennaio 2015
Variazione del PIL USA nel 4° trimestre 2014 inferiore alle attese...
borse deboli, pil usa non convince
US economy misses its mark at end of 2014
U.S. Economic Growth Slows to 2.6% in Final Months of 2014

sabato 20 dicembre 2014

Un (bel) pò di musica rilassante, base prevalente: pianoforte...

Forse ce n'è bisogno... e non solo per bambini poco inclini a dormire...

https://www.youtube.com/watch?v=z7vRp7WwPxA

Innesca un flashback sul proprio passato, qualcuno commenta...

sabato 13 dicembre 2014

Corruzione: il 'giro di vite' di Renzie...

Dal 'vangelo' anti-corruzione testé sfornato dal 'caro' premier:
.
"I colpevoli dovranno restituire l'intero maltolto"...

"Sollevati dal pagare gli interessi legali sul maltolto, ma non un solo centesimo per le piccole spese potranno trattenere", c'è chi va già commentando...

Gli è proprio quello che da tempo si va confermando che sia: un Imbonitore da Fiere...

Un vecchio post che andrebbe messo a giorno con le ultime udienze (oggi quella del premier, ier l'altro quella del compagno presidente...):
Caduta di credibilità? Un’udienza dal Papa non guasta…

venerdì 12 dicembre 2014

Mai vegliardo conservatore reazionario al vertice delle istituzioni...

... si è fatto così mal volere dai cittadini di buon senso che hanno ancora un briciolo di capacità critica...

Monito di Napolitano: "Antipolitica patologia distruttiva ed eversiva..."
Vescovi a Napolitano: “Un corrotto è più eversivo di un anti-politico onesto”

Un post precedente sul tema dell'antipolitica, della demagogia e del qualunquismo (a cui oggi si aggiunge l'eversione...)...
Ancora una volta, 'Caro compagno presidente'...

Una carrellata di altri post, sempre in tema (qualcuno più, qualcuno meno)...
http://porcilesilvano.blogspot.it/search?q=compagno+presidente

Aggiornamento del 17 dicembre 2012
"Essendo il Rappresentante della Casta più alto in grado, altro non può fare che cercare in ogni modo di tutelarla e salvaguardare la continuità della Specie mentre il Paese sprofonda...", qualcuno dirà...
Quella Casta che, grazie a decenni di malgoverno e malaffare, con tutti i suoi annessi e connessi, è la prima responsabile di una crisi che appare senza fondo, dei gravissimi accadimenti e dei danni in corso e futuri.
Sono tutti gli appartenenti alla Casta allargata i veri nemici del Paese, ai quali far pagare il salatissimo prezzo della crisi economica (altro che l'abbaglio dell'Imbonitore da Fiere sulla restituzione del maltolto)... Controproducente e fuorviante cercarne le cause nell'Euro e oltralpe, nei sostenitori del rigore in politica economica e monetaria: ciò equivale a procurare un paravento e un alibi a quell'esercito di profittatori e predoni nostrani che hanno provocato il disastro e che sono i veri nemici...
C'è solo da sperare che dall'Eurozona non si venga cacciati, altro che referendum per uscirne... L'abbandono della moneta unica per un Euro di serie B o per una nuova Lira, vuoi imposto dall'esterno vuoi deciso per volontà popolare (ma qui la facciata nel muro è in agguato), scatenerebbe la corsa a liberarsene, con le più che immaginabili conseguenze (l'attuale crollo del rublo, per di più di una Russia ricca di petrolio, gas naturale e molte altre materie prime, insegna...)...

domenica 7 dicembre 2014

Domenica 7 dicembre 2014: una scossa (e una carica) dal Fidelio...

La prima di oggi alla Scala di un'Opera apparsa Eccezionalmente Nuova e Attuale...

L'Opera di Beethoven, magistralmente interpretata dal Direttore Maestro Barenboim & Orchestra tutta, dai Cantanti & Attori, da una Regia & Scenografia in chiave nuova, al passo con i tempi (*), parrebbe aver messo d'accordo tutti: da chi era fisicamente presente a teatro (**) a chi ne era fuori (a manifestare), da chi è dentro (le galere) ai milioni fuori che l'hanno potuta seguire in diretta TV... E, cosa non da poco, dagli appassionati e intenditori di teatro ai più che tali non sono...
Poco importa se in tedesco... (***)
Già con l'Ouverture, merito del Maestro Barenboim e Orchestra, i sintomi che si sarebbe trattato di Qualcosa di Insolito ed Eccezionale...
Una ventata di speranza, specie per chi sta peggio ed è vittima di mala giustizia...

Grazie anche al ruolo e al rilevante apporto del Sovrintendente e Direttore Artistico Sig. Alexander Pereira, in controcorrente rispetto all'ottusità e ai guasti prodotti dai governi nostrani nei confronti della cultura in genere, si riconferma ancora una volta che l'Unione Europea (e non solo europea) dell'Opera e della Musica Lirica è fatto acquisito...

Non altrettanto, ahinoi, si conferma negli altri campi d'interesse vitale, ove le divergenze sono ogni giorno più macroscopiche...
Un'Italia su Misura...
-----------
(*)  Onore al merito per tutti gli artefici e i ruoli (il bisogno di stilare classifiche, in circostanze come questa, non si avverte o è secondario...) 
(**) Forse non proprio tutti al 100%, ma chi non si è sentito in sintonia ha dovuto allinearsi in tutta fretta alla corrente impetuosa che si è manifestata a fine rappresentazione...   
(***) I sottotitoli in TV hanno dato una mano...

martedì 25 novembre 2014

Genova: l'alluvione del 9-10 ottobre scorso non era prevista...

I rivi affluenti del torrente Bisagno...

Alluvione nel 1970...
Alluvione nel 2011...

"A conti fatti, alluvione prossima ventura nel... 2050 o giù di lì...", devono aver calcolato i soliti cervelloni...

Tant'è che dello stato disastrato dei rivi in argomento, riscontrato e documentato nei mesi immediatamente successivi all'alluvione del 4 novembre 2011, quei soloni si sono fatti un baffo o quasi...
.
Rivi Media Val Bisagno su Google Drive
.
"Roba da affrontare con calma, negli anni a venire...", devono aver pensato...

Ed ecco il ripetersi, nell'ottobre scorso, per la più parte di quei rivi, degli analoghi disastri e danni provocati appena 3 anni fa, lungo il loro corso e in fondovalle, alla immissione nel Bisagno: stesso identico copione, con il ben noto effetto cumulativo dell'ondata d'acqua e di fango, di macerie e detriti rovinosamente trascinati a valle e andati ad intasare, un'altra volta, le carenti tombinature alla confluenza con il torrente ricettore e tutto l'alveo di quest'ultimo con la sua conseguente, disastrosa esondazione nel centro della città...
Non solo una questione di insufficiente sezione di deflusso sotto la copertura del Bisagno nel suo tratto terminale e di scolmatori mai fatti, dunque...

C'è poi mancato pochissimo che il copione si ripetesse nuovamente il 15 novembre scorso, quindi appena un mese dopo: per pura sorte e per un soffio non è toccato di eguale gravità al bacino del Bisagno (ma è accaduto, per le stesse ragioni di fondo, nel confinante bacino del Polcevera e altrove in Provincia e in Liguria con diversi morti, danni enormi e con scempio di cadaveri, strappati dai loro tumuli nel cimitero di Bolzaneto e dispersi chissà dove dal fiume d'acqua, fango e detriti...)

venerdì 21 novembre 2014

Un'Italia su Misura...


Ogni tanto è bene lasciar parlare le immagini... e gli striscioni...


(Spazio lasciato alla riflessione sulla attendibilità di certi scenari in atto e sulla loro probabile drammatica evoluzione...) 

Il deposito bus dell'AMT (Azienda Mobilità e Trasporti) del Comune di Genova, in località 'Gavette' (Media Val Bisagno), in un momento di quiete apparente...


Aggiornamento del 22 novembre 2014
Landini attacca Renzie: 'Non ha il consenso degli onesti'. Pd e Squinzi con il premier...
Se non sono disonesti e in mala fede, quelli che gli danno supporto e consenso, altro non possono essere che degli ingenui creduloni (beccaccioni, si usa dire qui a Genova), di quelli che un tempo giravano per le fiere e finivano per farsi abbindolare dall'imbonitore di turno... Oggi subiscono la stessa sorte incollati davanti alle TV, e sono una moltitudine...
Il tutto mentre la crisi precipita...
Già, perché fintanto che i politici del malaffare, i parassiti, i boiardi e i burocrati dalla assai dubbia produttività (troppo spesso nulla o negativa...) ma dagli emolumenti stratosferici (come le pensioni d'oro dei loro predecessori) continueranno ad occupare le istituzioni a tutti i livelli, con i loro amici e parenti al contorno messi a fare i manager e faccendieri nelle aziende pubbliche e partecipate, non se ne potrà in alcun modo uscire...
Insomma, tutti quei predoni azzeccagarbugli che hanno ridotto il Paese in questo stato e la cui 'meritoria opera', evidentemente, non hanno ancora pienamente concluso...
'Solo' qualche ronzio in più alle orecchie per taluni di loro, ultimamente: in tempi di vacche magre per una crescente moltitudine (non per gli interessati, ovviamente), passare inosservati (e continuare a farla franca) è un'impresa che, ahi loro, si va complicando...

Aggiornamento del 05 dicembre 2014
'Mafia Capitale', una 'chicca' del 'Sistema Organizzato Italia'... Punta dell'Iceberg fatta emergere dagli inquirenti, secondo una diffusa opinione... Dopo il  MontePaschi, il Mose e altre punte fatte emergere qua e là nel recente passato... Questa volta forse con 'qualche' mafioso-criminale in più...
Tutto un 'mondo' e un'alta rappresentanza che rendono il fu Bel Paese indegno di far parte dell'Unione Europea... E, ahinoi, è anche su questo fronte (e sul fronte dell'Euro) che i cittadini incolpevoli sono (e saranno sempre più) chiamati a subirne e a pagarne le conseguenze...
http://www.transparency.org/cpi2014/results


mercoledì 5 novembre 2014

La ministra della Funzione Pubblica & il Cono Gelato...

Deviazione dal tema... (*)

"Ci sa fare col gelato la ministra Marianna Madia" titola il settimanale 'Chi' sugli scatti di copertina...
Ed è vero!
A quanto si vede, sa anche bene come fare a non farselo colare!...
Molto meglio del suo principale!...
ECB Alert: "The ice-cream is melting down!"

Un'altra appassionata di gelato diventata famosa...
Pascale, first lady di classe...
Berlusconi: Ecco la mia fidanzata Francesca Pascale
----------
(*) Una delle tante 'deviazioni' nel blog, giusto allorquando la realtà non offre niente di più serio, di meglio e di nuovo...

venerdì 31 ottobre 2014

Istat: a settembre record di disoccupati ma aumentano gli occupati...

L'ultima alchimia dell'Istat sui numeri del mercato del lavoro...

Siccome, per il gioco delle tre tavolette, di tavolette ne occorrono tre, ecco comparire gli inattivi accanto ai disoccupati e agli occupati...

Lavoro, Istat: a settembre 3,2 milioni di disoccupati, record dal 2004
Lavoro, a settembre crescono gli occupati

Euforia in casa PD... Istat, Taddei: "Grande balzo del numero degli occupati"
Con Renzie l'imbonitore che scrive: "Così l'Italia riparte"

Il presente post a futura memoria...

mercoledì 29 ottobre 2014

UE: dare corda all’impiccando (*)…


Sembra essere questa la 'tattica' dell’Unione Monetaria Europea verso l’attuale leader Renzie che 'così ben rappresenta' il fu Bel Paese…
D'altronde non pare abbiano migliori chances che non sia quella, drastica e tutt'altro che indolore, di destrutturare l'Eurozona liberandosi delle zavorre…
----------
(*) Dare corda...  Desinenza -ando

mercoledì 15 ottobre 2014

Renzie l’Imbonitore. Landini, Squinzi & Moody’s gli ‘imboniti’…

Sequenza di 'sbandamenti' su fronti diversi…

Landini (FIOM), dopo aver patito un temporaneo effetto ipnotico indottogli dall'Imbonitore da Fiere, forse scosso dai suoi, è tornato in sé…

Il dr. Squinzi (Presidente di Confindustria) non è più quello di qualche anno fa (per sapere come la pensasse allora, cliccare 'Squinzi' nella casella, in alto a sx, di ricerca dei post che lo riguardano)… Sarà il tempo che passa inesorabile… per tutti, beninteso…
L’idea di esentare le imprese che assumono a tempo indeterminato dal pagamento degli oneri contributivi per i primi tre anni è, senza ombra di dubbio, ottima (come tante altre idee e sparate del 'nostro caro premier') ma, ammesso che l’Imbonitore da Fiere passi dalle parole ai fatti, non basta certo per far ripartire i consumi e quindi l’economia… Troppo ottimismo, dr. Squinzi!

L’Agenzia di rating, infine, promuove Renzie e le 'sue riforme' ma si dimostra incapace di azzeccare le previsioni anche in termini di range...
L’Italia in ‘ripresa’ nel 2014?

Il guaio è che, appoggiare e incoraggiare l'Imbonitore nelle sue fallimentari pratiche da predicatore e 'riforme' distruttive di un Paese ormai già in ginocchio, equivale a rendersi suoi complici nella totale disfatta...

Il mestiere dell'Imbonitore-Azzeccagarbugli...
Caro Renzie, cola grasso dal Quirinale…

A proposito, dr. Squinzi, Lei farebbe assumere nel suo Gruppo un personaggio con un curriculum 'lavorativo' come quello del 'nostro caro leader'?
"In tempi di crisi economica, turbolenza dei mercati, agguerrita concorrenza e... generalizzata decadenza di valori, un Venditore... di Fumo e Azzeccagarbugli come il premier, forse, farebbe comodo...", qualcuno potrebbe azzardare in Sua vece...
Ma assurdo parrebbe anche soltanto pensare che, all'origine e durante tutto il percorso di successo mondiale di MAPEI, possano aver trovato spazio, ai vertici e tra i dirigenti che si sono susseguiti negli anni, personaggi di tal genere...
Uno siffatto, messo a capo del Suo Gruppo, lo farebbe andare a rotoli in men che non si dica!

No further comment...

GenovAlluvioni: l’evento del 9-10 ottobre scorso…


Niente di nuovo (si fa per dire) rispetto all'alluvione del 4 novembre di 3 anni fa…
‘Solo’ un morto, quindi 5 in meno (per mero caso fortuito dovuto al diverso orario dell'esondazione) ma un metro e trenta di fango e detriti in più portati dal Torrente Bisagno e da altri rivi minori straripati, con una ben maggiore estensione delle aree sommerse dalla melma, un numero di immobili e di attività coinvolti di gran lunga superiore, così come i conseguenti, pesantissimi danni materiali patiti…
Più simile all'alluvione del 1970, in fatto di danni materiali, che a quella del 2011 …

C’è l'aspetto decisamente molto positivo delle migliaia di giovani, subito intervenuti a spalar fango e a smaltire i cumuli di detriti… D’esempio e d’insegnamento per tutti, ma non per i politici… Questi ultimi continuano imperterriti nella loro immutabile, insanabile, più che quarantennale scellerata condotta…

Qualche giovane ha ritenuto di contestare Grillo o quantomeno di invitarlo a spalare fango anche lui… Con i media di regime pronti a cogliere e divulgare l’attimo…
Non c’erano ultrasessantenni a spalare fango in mezzo alla marea di ragazzi, a parte quelli direttamente colpiti nel vivo delle loro attività, talmente provati e prostrati da non avere nemmeno più la forza per rimboccarsi le maniche, indotti ad una qualche reazione giusto soltanto grazie all'ondata dei giovani seguita a quella del fango…
Non c’erano i politici di sempre, dai vecchi alle nuove leve perfettamente allineate ai primi, giusto per garantire continuità al 'Sistema Organizzato Italia', responsabili in blocco, chi più chi meno, del più che prevedibile disastro…
Poi, se c’è qualcuno che colpe non ha per queste catastrofi annunciate e per il fallimento dell’intero Paese è proprio Grillo e il suo Movimento, anzi…
E’ un guaio se certi i giovani non sanno discernere e fanno di tutta l’erba (e le erbacce) un fascio…

Per chi volesse farsi un’idea delle recenti e passate alluvioni patite dal fu Bel Paese e del loro preoccupante trend negli ultimi decenni, c’è Wikipedia
Già, perché è sempre bene ricordare che si tratta di un dramma che non riguarda solo la città di Genova e i suoi dintorni…

Infine, upost del marzo 2012, fra quelli presenti in questo blog, sempre in tema di alluvioni in Italia...
Alluvioni: il presidente Napolitano, in quel di Vernazza (SP), critica lo Stato e piange… (Video integrale)


martedì 7 ottobre 2014

USA: Ripresa & Calo dei disoccupati, con più d'una perplessità...


The State of the U.S. Labor Market: Pre-October 2014 Jobs Release

Non pare esservi spazio per tutto quell'ottimismo sbandierato da certi media nostrani...
Un impulso decisivo è di là da venire...
Parlare di impulso, poi, suona semplicistico per non dire fuori luogo: i processi di ricostruzione sono di gran lunga sempre più lenti e problematici dei processi di distruzione e demolizione...
Mai lineari nella loro evoluzione, si potrebbe ancora notare...
Non ultimo, certe ottimistiche conclusioni da parte di taluni sembrano dare troppo per scontato che, negli USA come altrove, sia già stato toccato il fondo della crisi e che sia subentrata la fase di risalita...
... Ma la crisi economico-finanziaria potrebbe rimangiarsi, in men che non si dica, i troppo labili segnali...

martedì 23 settembre 2014

Caro Balo, sei un pò tutti noi...

Intermezzo semi-serio...
Se il calcio è un optional per te, figuriamoci per noi!
.





Noi, equilibristi del quotidiano...
Quelli delle trasgressioni e delle fughe a progetto...
... Che, se si azzardano, finiscono spennati o con le ossa rotte...



Nell'immagine il 'messaggio criptato' su supporto 'nature'...
Centrato il bersaglio? Centrato una prima volta? Croce (non troppo convinta) sul partner di una notte?

venerdì 19 settembre 2014

Il mestiere dell'Imbonitore-Azzeccagarbugli...

... Capita spesso che si tramandi di padre in figlio... (*)

Immancabili sono i danni che arrecano, più o meno gravi a seconda del contesto e dei ruoli di ciascuno...

Da che cosa si desume che, nel caso specifico di Renzi babbo & Renzie figliolo, gli è proprio così?
Dal fatto che, nella vicenda venuta a galla, il figliolo, non solo è stato al 'giochi' (per non dire intrallazzi) del babbo, ma ne ha anche tratto dei significativi benefici economici... 
«Bancarotta fraudolenta»: indagato Renzi babbo...
(Molto interessanti anche gli oltre 700 commenti dei lettori al già di per sé interessante articolo del Corriere della Sera)

A proposito del figliolo, null'altro di nuovo da segnalare sull'indole del personaggio: parlano i post che precedono, e son già fin troppi!
Sulle sue conseguenti sparate e iniziative, invece, se ne contano sempre di 'nuove' e sconcertanti, a dir poco una al giorno, ovviamente sempre rigorosamente in linea con i suoi 'sani e bei princìpi guida'...
Ultima in ordine di tempo, la sua intenzione di sopprimere la tutela dei lavoratori (a tempo indeterminato nelle aziende con più di 15 dipendenti) contro il licenziamento illegittimo ossia messo in atto senza una giusta e dichiarata causa (**), tutela sancita dall'art. 18 dello Statuto dei lavoratori (***)... Il tutto "per favorire l'occupazione e la ripresa"!
----------
(*)     Come del resto capita per altri mestieri e professioni...
(**)   Che so, per far posto ai raccomandati di turno, ad esempio...
         http://www.licenziamentogiustacausa.it/
   
Aggiornamento del 21 settembre 2014
Che cosa dire ancora...
Che gli è proprio un bel curriculum lavorativo, quello del figliolo, degno di un premier... all'italiana...
E non stupisce nemmeno che, dopo gli insegnamenti di babbo Tiziano così ben messi a frutto dal figliolo, questi si sia cacciato tra le ben più protettive braccia di Babbo Silvio, il più blasonato e quotato in campo sul tema, ricambiandone il patrocinio con una ciambella salvagente che lo tiene a galla nella palude della politica... (****)
Per intanto scatta il cordone protettivo attorno al figliolo premier, con i personaggi e media di regime a fargli quadrato attorno: ogni argomento è buono, dalla Thatcher alla moda milanese, pur di non trattare della sua vicenda familiare, che ha del personale ma non solo... Una vicenda che, se fosse accaduta in un Paese civile, avrebbe comportato le sue immediate dimissioni...
Aspettiamoci grandi risultati da lui e da tutto l'entourage allargato, oltre a quelli che già si possono toccare con mano...
E, manco a dirlo, interminabili discorsi con continuo lancio di fumogeni e sparate di balle...
"La ripresa è dietro l'angolo...", ci racconta il ministro Padoan dall'Australia...
Caro ministro, di questo passo, dietro l'angolo non c'è la ripresa ma quel drammatico e ultimativo 'Si salvi chi può!', e quelli come lei lo sanno benissimo...
----------
(****) Ci sarebbe materia per scrivere una tesina dal titolo: 'Renzie, il premier con due babbi per maestri e tutori'...

Aggiornamento del 24 settembre 2014
Elogi e incoraggiamenti all'indirizzo del figliolo premier arrivano, a getto quasi continuo, dal 'top manager globale' di FiatChryslerAutomobiles... Il suo frequente esternare a favore dell'imbonitore, in questi giorni ambulante in trasferta negli USA, aiutano non poco a misurare quanto 'grande' sia anche il top manager...
Marchionnie elogia Renzie...

Aggiornamento del 29 settembre 2014
Continua il polverone politico-sindacal-mediatico sulla normativa riguardante il lavoro dipendente.
Ciarlano tutti, del tutto e del contrario di tutto, giusto per non toccare il tasto dei trascorsi lavorativi del figliolo premier, colui che il polverone ha innescato e che provvede ad alimentare in continuazione...
Già, i suoi trascorsi lavorativi... Una roba da far cascare all'istante l'Asino con tutta la combriccola allargata!

Aggiornamento del 02 ottobre 2014
Prevista alta pressione sulla P...enisola? Nooo!!! Sulla P...rocura di Genova...

Aggiornamento del 09 ottobre 2014
Deprimente essere 'governati' da personaggi di cotal tacca...
"Ultimi di una serie", più d'uno potrà argomentare... Già, perché solo così si può spiegare il totale fallimento di un intero Paese... Un fallimento che non si produce certo nell'arco di una nottata...

venerdì 12 settembre 2014

ECB Alert: "The ice-cream is melting down!"


Warning: the above is a CCM (Confidential Coded Message) from Mr. Mario Draghi...



Senza parole
(Post ispirato dalla vignetta di Stefano Rolli, Il Secolo XIX di oggi)

martedì 9 settembre 2014

Caro Renzie, cola grasso dal Quirinale…



Caro Renzie,
     Non fermarti alla celebrazione delle lodi per il compagno presidente, venerato maestro e tuo protettore…
     Incidi e taglia in profondità, per il 50% almeno, giusto per cominciare, e stai pur certo che non arriverai alla carne viva né, quindi, vedrai scorrere sangue…
     Gli italiani, stanchi di sentirti blaterare all’infinito, aspettano di vederti all'opera col bisturi, partendo dal Colle e dagli altri Palazzi nei dintorni che tu ben conosci…
     Non fare l'allocco! Non svicolare, come al tuo solito... Non fare il Mister Bean!
     Cordialmente,
                               Tuo... estimatore
----------
P.S. Imitare (tuo malgrado) Mr. Bean ripaga... con la moneta del comico!  

        

"Purtroppo c'è poco da ridere negli atteggiamenti e nel fare del premier...", più d'uno avrà motivo di controbattere... e ne avrà ben donde...

Renzie, the New Joker...

sabato 6 settembre 2014

Il forum di Cernobbio...

Ovvero la carrellata o, se preferite, la sfilata di tutti quei personaggi che, per decenni, chi più chi meno, hanno fornito il loro 'prezioso' contributo al saccheggio e alla rovina economico-finanziaria dell'ormai fu Bel Paese...

Da Prodi a Monti a Letta, tanto per citare tre premier del passato più o meno recente presenti al simposio...
Ma l'elenco sarebbe troppo lungo per un sintetico post...

Un pò come alle sfilate di moda, con la differenza che i mannequin, i modelli e le ricette che si ripropongono ogni anno in questo forum sono sempre gli stessi da decenni...
Sono quelli che hanno portato al totale fallimento di un intero Paese...
Minestrone troppe volte riscaldato, diventato ormai rancido e immangiabile...

E si presentano con l'aria di chi ha le carte in regola e i numeri per salvare l'Italia!

martedì 2 settembre 2014

Chi c’è dietro ai fanatici criminali dell’Isis e di Al Qaeda?

In molti si vanno chiedendo (e non da oggi)...

Chi sono quegli stati, regimi e organizzazioni canaglia che li finanziano e li riforniscono di armi e di munizioni?
Già, le munizioni… Perché passi per gli armamenti (che se ‘ben trattati’ possono anche durare anni, pur in presenza della reale difficoltà di reperire parti e pezzi di ricambio), ma per le munizioni è diverso: quando hanno esaurito quelle razziate nei depositi e in giro nei paesi e città che vanno occupando, gliene necessitano di nuove, tanto per gli armamenti leggeri quanto per quelli pesanti…
Stesso discorso vale per l’approvvigionamento di viveri e acqua e per la fondamentale questione della logistica, specie nel deserto… Qualcuno li deve finanziare e rifornire …
Vendono fors'anche il petrolio dei pozzi che ‘conquistano’ a qualche paese o compagnia che non guarda tanto per il sottile il profilo degli interlocutori-trafficanti rendendosi complice delle loro atrocità?

Non si leggono notizie in proposito né se ne sente parlare…
La CIA e le altre Agenzie di Intelligence occidentali non lo sanno?

Già, perché se si sapesse (e c’è chi lo sa di sicuro), si potrebbero smascherare, isolare e magari colpire i fornitori di materiale bellico e, se possibile, anche delle derrate alimentari, così come troncare le fonti e i canali di finanziamento (banche in primis) di queste organizzazioni criminali e, non ultimo, smascherare e isolare i loro interlocutori nel traffico del greggio, unica possibile importantissima risorsa in quelle regioni desertiche…

"Ma i 'poteri forti' che orientano le sorti del mondo intero hanno realmente l'intenzione di estirpare alla radice questi cancri?", ci sarebbe da chiedersi...

"È una vecchia questione mai chiarita né tanto meno risolta...", qualcuno dirà...

Aggiornamento del 6 febbraio 2015
E ancora...
Tutti gli automezzi, che questi vili criminali incappucciati utilizzano, vanno a gasolio e benzina. Dove si approvvigionano di questi prodotti di raffinazione del petrolio? Hanno il controllo di qualche raffineria? Se si, perché questi impianti non sono bombardati e messi fuori uso all'istante? Se non controllano impianti di raffinazione, da chi e da dove gli arrivano quei combustibili per autotrazione? Si presume siano trasportati con le autobotti. Ma queste non sono cestini da merenda... I satelliti e gli aerei spia non le possono localizzare e seguire nei loro spostamenti, per di più in aree prive come sono di vegetazione?

Aggiornamento del 14 giugno 2015
A proposito di chi c'è dietro, in carenza di dichiarazioni (e accuse) ufficiali che non arrivano dagli organismi e agenzie 'più autorevoli', non si possono ignorare le 'voci' che circolano, forse qualcosa di più che sospetti e chiaroveggenze:
> si sente parlare con insistenza di un ruolo della Turchia di Erdogan nel favorire militarmente l'Isis... E la Turchia è un Paese che fa parte della NATO...
> nel numero di maggio 2015 di Frate Indovino (!) si legge: "Le monarchie del Golfo, Arabia Saudita in testa, sono alleate privilegiate degli USA, della Francia e dell'Europa e, al tempo stesso, sono le prime banche dei fondamentalisti dell'Is. Che cosa può venire dalla politica di un tale Giano bifronte?"

Aggiornamento del 20 novembre 2015
I soldi dell'Occidente nelle tasche dell'ISIS
Maledetti da Papa Francesco...
Papa Francesco: maledetti coloro che operano per la guerra e le armi
Che cos'altro aspettarsi da un fronte del male così potente, subdolo e multiforme?
Durissimo, per non dire impossibile, liberarsene...
Nemmeno la maledizione divina potrebbe fermarli in quanto adepti, seguaci e messaggeri di chi, maledetto da Dio, non è stato mai cancellato dalla faccia della terra...

domenica 31 agosto 2014

Venti di guerra tra NATO e Russia...

Posta in palio: le Province Orientali dell'Ucraina...

Le parti soffiano sul fuoco che già divampa...
Non pare esservi spazio per la ragione e il buon senso...
Gli Schettino della politica sono in rotta... di collisione e con loro i Paesi di cui hanno in mano le sorti e che così sapientemente dirigono...

La guerra: il più classico dei modi per 'risolvere' certe crisi economico-finanziarie, specie quelle sistemiche che imperversano incontrastate come quella attuale...
Un consueto epilogo, anche la storia degli ultimi secoli insegna, che fa precipitare le popolazioni e i Paesi coinvolti nel fondo del baratro...
"Un drastico e generalizzato reset con 'ripartenza' da ground zero (*)...", qualche 'ottimista' dirà...
----------
(*) nel senso originale del termine... http://it.wikipedia.org/wiki/Ground_Zero

sabato 23 agosto 2014

M. Montebourg et "Ce qu'a déjà commencé Matteo Renzi en Italie"...


>  Arnaud Montebourg plaide pour un changement de cap économique du gouvernement  (Le Monde)
>  Francia, su rigore "fare come Renzi"  (ANSA)

Le Ministre français de l'Économie devrait mieux connaître Matteo Renzi, ce qu'il fait et surtout ce qu'il dit de vouloir faire et il ne fait pas...

Jackson Hole (Wyoming, August 22, 2014): WHAT RECOVERY?


Molti dubbi sulla ripresa, anche negli USA...
Unemployed take their case to Fed officials at Jackson Hole (Reuters)
«Dal mondo ove io risiedo non c'è nessuna ripresa...», ha dichiarato un rappresentante di quella massa di disoccupati americani che ha trovato modo di farsi sentire presso il gotha della finanza riunito in conferenza...
Dall'alto del suo scanno, la Presidente della FED Janet Yellen allerta...
Job market not recovered (CNN)
Il mercato del lavoro rimane fiacco (BBC)

No comment

mercoledì 20 agosto 2014

Renzie, Premier Iperattivo...

Sottotitolo: «L'Éurope? C'est moi!»

Risolti o quantomeno avviati a risoluzione tutti quanti i problemi del (fu) Bel Paese, ora passa a quelli dell'Irak martoriato...
Forte del suo carisma globale, del semestrale ruolo di Presidente del Consiglio UE e dello schieramento in campo di monna Mogherina e da scia Pinotta, i suoi due pezzi da novanta che calzano a fagiolo per questo tipo di missioni (come il cacio sui maccheroni, qualcuno direbbe), va alla 'guerra' contro i criminali fanatici dell'Isis... (*)
Una guerra non guerra (**), praticamente da lui già vinta, com'è sua consuetudine...

Ora lo aspettano in Ucraina, al confine con la Russia, giacché monna Mogherina non ha perfezionato il lavoro di intelligence a suo tempo intrapreso per la pacificazione di quel fronte...
Anche un salto nella Striscia di Gaza, per raccogliere i frutti della recente semina della ministra, andrebbe messo a breve in calendario...
----------
(*) "Fermare gli 'ingiusti aggressori', ma NO alla guerra e NO ai bombardamenti...", aveva dichiarato Papa Francesco di ritorno dalla Corea... E Renzie ottempera alla orale 'Bolla Pontificia' mandando un carico di armi 'leggere' (e obsolete) ai combattenti curdi...
(**) Una roba equivoca, un pò come il ben più banale 'tessuto non tessuto'...

venerdì 15 agosto 2014

Il forzista (e già ministro) Romani parla tutte le sere in TV...

... per conto di Silvio e di Forza Italia...

Tutte le sere ha qualcosa da dire...
Dice, ad esempio, che il suo partito è pronto a collaborare con il premier Renzie sul fronte della crisi economico-finanziaria...
Ma chi parla troppo, presto o tardi, finisce per dire cazzate...
... Come quando, nell'ottobre 2011, a commento dei numeri ISTAT riferiti al precedente mese di agosto, aveva dato per certo l'avvio della ripresa...  ISTAT: forte balzo della produzione industriale in agosto (+4.3%)
Un altro al posto suo, con un briciolo di pudore (che evidentemente a lui manca del tutto), sarebbe andato a nascondersi e là sarebbe rimasto, per paura che qualcuno gli chiedesse conto delle cazzate dette in qualità di ministro dello sviluppo economico...
.
Ma il personaggio, come purtroppo ben sappiamo, è in nutrita compagnia, visto che molti sono stati (e sono tuttora) gli altolocati 'sensitivi' dotati della capacità di 'vedere' la ripresa quando non c'è, anche in pieno periodo feriale... Come nell'estate 2013, cioè non più di un anno fa...
>   La tradizionale 'ripresa' estiva...
E tutti questi imbroglioni contaballe, sempre ai loro posti di comando (ivi compreso l'ultimo arrivato aggiuntosi al novero), dovrebbero salvare il Paese dal baratro verso il quale lo hanno fatto precipitare?
Salvare solo se stessi e i loro clan di appartenenza è il loro primario obiettivo, occulto ma evidente quanto basta per chi ha occhi per vedere e cervello per giudicare... 

venerdì 1 agosto 2014

Renzie, the New Joker...



Imperversa a Roma e nel Paese ma anche a Bruxelles...

Annovera molti interessati supporters nei palazzi della politica e del potere...

La conta dei danni (a causa di quello che combina in politica e di quello che non fa o fa molto male in economia e finanza per contrastare la crisi) alla fine del ciclo...

Una montagna di macerie, che andranno a far cumulo con quelle prodotte dai suoi predecessori...

mercoledì 30 luglio 2014

In macchina fino al bagnasciuga...


In macchina fino alla battigia...

Una 'bella' immagine dell'Italia incivile, cafona, prevaricatrice, indolente e lavativa...
Anche le 'scuole' di mafia inculcano questi 'sani valori', alla base dei loro princìpi di vita sociale...
Una 'encomiabile' condotta che include la sistematica 'semina' delle cicche di sigarette, rigorosamente sparse in gran numero ove capita nella sabbia (che funge egregiamente allo scopo) e, ove possibile, anche il lascito di rifiuti, a cumuli o sparsi qua e là sul lungomare (*), a 'completamento' degli incantevoli scorci naturali marchiati dalla indelebile impronta umana...

.... Immagini da sfruttare senza indugio per promuovere all'estero, nei Paesi più evoluti, il turismo balneare sui nostri lidi...
D'altronde, se in molte parti del Bel Paese (specie al Sud) le cose stanno così, perché nasconderlo?
Quindi parola d'ordine: valorizzare!
Franceschiello il ministro, visto che vuole rilanciare il turismo in Italia, si dia una mossa prendendo la palla al balzo!
Gli stranieri amanti del mare (ma anche i connazionali con un residuo senso civico), saputo che avranno di questi 'bei' siti, correranno certamente a frotte per apprezzare e, perché no?, imitare il 'modello' di cittadino italiano che sgomita e primeggia, ruote sul bagnasciuga...
----------
(*) Un pò come cacare dove uno dorme o si sdraia...

lunedì 28 luglio 2014

Kazakistan chiama Italia...

... Italia risponde...
Vincenzo Nibali, messinese, vincitore del Tour de France appena concluso e...


... il protagonista di Pascalistan, avventure di un giovane cantautore salernitano...
                                    

               Modi diversi di esserci...



                                                           
                                             Le incredibili immagini di Astana, la Capitale...
             

martedì 22 luglio 2014

Riforma Senato: Renzie & combriccola scatenano 7.800 emendamenti...

Sottotitolo: 'La notte dei morti viventi'
.
Da una parte la 'riforma' del Senato firmata RenzieBerluBoschi & Co., oggi stesso benedetta dall'amato compagno presidente unitamente alle altre 'riforme' messe in campo dalla combriccola, dall'altra più di settemilaottocento emendamenti...

Se fosse una riforma che va nel senso voluto dalla stragrande maggioranza degli italiani e nell'interesse dei più, i parlamentari contrari che hanno presentato una tale valanga di emendamenti sarebbero così stronzi e stupidi da opporvisi a tal punto?

E' l'altro fronte, quello che questo genere di 'riforme' vuole imporre, che desta pesanti sospetti...
Non ci vuole il cervello di un genio per capirlo...
Basta un cittadino medio con un poco di sale in zucca e un briciolo di senso critico per rendersi conto di quello che stanno cercando di combinare Renzie & combriccola (con l'immancabile imprimatur del venerato maestro)...
Tanto per non calcare la mano, si potrebbe dire che le stanno provando e facendo tutte, giusto nei modi e con le conseguenze peggiori... La strada 'maestra' anche per farsi ancor più malvolere...

Aggiornamento del 24 luglio 2014
I parlamentari delle diverse opposizioni oggi in corteo al Quirinale per esporre le loro ragioni al compagno presidente... Ma questi non riceve... Oltretutto domani parte in vacanza...
... Fare di tutto per sfuggire all'attacco di un branco di 'morti viventi', fare affidamento ad un potenziale liberatore e scoprire di essere finiti nel bel mezzo della sala del (loro) regno sovrano...
Degli 'esseri' che, agli occhi dei milioni di buontemponi e creduloni facilmente ingannabili (anche a causa della loro cronica TV-dipendenza e della complicità delle TV di regime), sembrano vivi e mossi dalle più nobili intenzioni...

venerdì 18 luglio 2014

Caso Ruby: Silvio Innociente!


> Non c'è prova (video, foto, ecc.) o testimonianza che ha consumato... (*)
> Non c'è prova che lui sapesse della minore età di Ruby... (**)
> Non ha abusato della sua autorità di presidente del consiglio per indurre il funzionario della questura all'affidamento della ragazza alla signorina Minetti... (***)
AMEN

"Giudici ammirevoli", dice Silvio...
Ma... Giustizia lenta, anche per lui...
----------
(*) Il che non vuol dire che non ha consumato...
(**) Il che non vuol dire che non lo sapeva...
(***) Piuttosto difficile a credersi...

Monna Maria Elena alla conquista del titolo di Oca Giuliva Incaponita…


Più volte le è stato prematuramente attribuito, da certa satira sfrontata e frettolosa, il comportamento da oca giuliva, quand'era il momento di aspettare per un giudizio oggettivo sulle sue doti e capacità mentali in senso lato, in particolare sulla sua sensibilità, autonomia di pensiero e di ragionamento…

Ora che porta avanti le 'riforme' (quella elettorale e quella del Senato in primis) con accanimento e in sintonia con il suo principale, mostrando assai scarse doti mentali e autonomia, da miope e con tanto di paraocchi, il titolo se lo va conquistando passo passo sul campo, con tutti i meriti e gli onori che le spettano…

L'harem di Silvio Padre Nobile è sempre aperto alle pasionarie della sua stoffa... Non abbia timore di entrarvi: il patron non è lo sciupa-pollastre che le malelingue andavano raccontando che fosse, parola di giudice...

La 'vecchia' discarica di rifiuti industriali e speciali di Genova-Creto...


Una discarica aperta negli anni '80 del secolo scorso (giusto poco meno di trent'anni fa) sulle alture di Genova, appena oltre lo spartiacque, su quelli conosciuti come Piani di Creto...
Per parecchi mesi fu il sito di destinazione dello stesso genere di rifiuti industriali e speciali, tossici e nocivi, che hanno impestato molte aree della Regione Campania e non solo... Anche qui arrivavano dalle 'peggiori' industrie di tutto il Nord Italia, dal Friuli al Piemonte, dalla Lombardia alla stessa Liguria e qualcosa fors'anche dal Centro Italia...
Questa pagina, estratta dal periodico dell'Amministrazione Comunale di Serra Riccò di fine 1986, la descrive  in tutti i suoi aspetti, effetti e retroscena...
A differenza di quelle abusive del Sud gestite dalle eco-mafie (ma sotto gli occhi di tutti, politici compresi), era stata regolarmente autorizzata dagli enti preposti, Regione Liguria in primis, e non c'era un politico regionale (e non solo), di rilievo (e 'di rispetto'), che vi si opponesse... Indovinate un pò perché?
Solo la popolazione e diverse piccole Amministrazioni Comunali locali avevano intrapreso una dura opposizione contro quello scempio... C'era una ragione fondamentale, la principale ma non l'unica: gli acquedotti di molti comuni della Valle Scriva (e non solo) attingevano (e attingono tuttora) l'acqua di falda dall'alveo del torrente omonimo e la discarica era (ed è tuttora) alle sorgenti del Rio Leitona, un suo affluente...
La discarica fu poi chiusa, non certo per iniziativa delle autorità preposte, ma per l'intransigenza della gente locale... La lotta culminò con un blocco totale della strada di accesso alla discarica stessa e con l'azione di un 'commando di guastatori' armati di pinze e chiavi a pappagallo, tra i quali anche diversi ex-partigiani (i quali, ce ne fosse stato il bisogno, ancora ricordavano le tecniche di sabotaggio da mettere in atto contro i nazi-fascisti, loro insegnate dagli istruttori militari inglesi paracadutati sui monti liguri nel '43-'45...). Approfittando della confusione e degli autisti raccolti a capannelli e distratti, presero di mira la colonna di autocarri carichi di rifiuti industriali bloccati lungo il percorso spezzandone le valvole dei pneumatici di un buon numero... Seguì il tam tam tra gli autisti e un fuggi fuggi di tutti gli autocarri carichi e ancora integri nei loro pneumatici, imboscati qua e là anche sulle strade limitrofe... Da quella volta non se ne videro più...
Seguirono poi gli atti formali di chiusura definitiva dell’impianto da parte delle autorità preposte…
Un temporaneo monitoraggio del percolato e nessuna bonifica mai avviata... 
Oggi nessuno più ne parla ma le migliaia di tonnellate di rifiuti accumulati nel pur breve lasso di tempo che la discarica fu operativa sono sempre lì, oggi coperti dagli inerti e dalla vegetazione...
E, non fosse stato per la dura reazione e la combattività della gente locale, supportata da un buon numero di seri, scrupolosi ed altrettanto combattivi amministratori locali dell'epoca, sarebbe andata anche molto peggio...
Per gli effetti che ne derivano, qualcuno vede qualche differenza tra le 'intraprese' di certa classe politica e quelle della criminalità organizzata in capo alle eco-mafie?

lunedì 14 luglio 2014

Italia: povertà e debito pubblico in crescita incontrollata...


Povertà assoluta per 6 milioni di italiani: il 10% della popolazione
         (+ altri 4 milioni in povertà 'relativa')
In Italia 10 milioni di poveri, allarme minori
Povertà in Italia, le reazioni...
         Centomila poveri in più ogni mese...

Debito pubblico, nuovo record: a maggio raggiunta quota 2.166,3 miliardi
+ 97 miliardi di Euro da inizio anno;
+ 20 miliardi di Euro nel solo mese di maggio...
Alla faccia del tanto caldeggiato (ma sarebbe meglio dire vagheggiato) abbattimento...
Il pressing di Napolitano: abbattere il muro del debito pubblico…

Pare di capire che il maggior debito pubblico non è finalizzato a contrastare il dilagare della povertà, ma serve ad altro e ad altri...
"Bella scoperta!", più d'uno dirà...
Ma con i discorsi e le riforme 'alla Renzie' tutto si risolverà...

martedì 8 luglio 2014

Oggi borse in perdita: media europea -1,3%, borsa italiana -2,69%...

La differenza? La fanno Renzie e le sue riforme...

"Piaccia o no, le riforme le faremo", dichiara oggi stesso il premier Renzie...

"Se non le fa Remo le fa Romolo", gli farebbe eco un mio carissimo amico di vecchia data, ing. Ughetto, Sanremese DOC, laddove di Romolo & Remo s'intendono bene...
----------
P.S. Battuta banale, qualcuno penserà... Vero ma, quando maturano le condizioni, questo genere di battute può anche diventare il non plus ultra... Già, perché certi personaggi e atteggiamenti non ispirano niente di meglio...

Aggiornamento del 10 luglio 2014
"Il peggiore fra i politici, considerata l'aggravante della giovane età...", viene ormai valutato il premier Renzie dal cittadino comune che conserva ancora un briciolo di senso critico, "... e per le conseguenze che provocherà il suo gran blaterare senza quasi nulla fare di buono (il classico 'tanto fumo e poco, anzi pochissimo arrosto') e il fare malissimo la più parte di quello che fa, forte della combriccola di 'amici' con cui fa lega e sui quali fa affidamento... Un personaggio nemmeno in condizione di rappresentare quelli del suo partito...".

Aggiornamento del 13 luglio 2014
Oggi vertice a Vienna tra Stati Uniti, Germania, Francia e Gran Bretagna per mettere a punto una proposta di cessate il fuoco tra Israele e Hamas...
Non sarà certo il meeting risolutivo dell'eterna crisi mediorientale...
Risalta comunque il fatto che l'Italia non è chiamata a parteciparvi...
Eppure abbiamo il nostro caro premier Renzie anche nel semestrale ruolo di Presidente del Consiglio UE nonché madonna Mogherini, da lui stesso candidata anche a Ministra degli Esteri della UE...
Che cosa sta succedendo?
Sta a vedere che anche i partner d'Oltralpe cominciano ad inquadrare il personaggio che è...
Qualcuno di loro si è già lasciato scappare che, a fronte del suo gran ciarlare, non produce fatti (le famose riforme strutturali attese e ripetutamente sollecitate)...
C'è di mezzo la sostanziale ragione di fondo dell'affinità ovvero della contiguità con Silvio e il suo prodigarsi nel mantenerlo vivo e attivo nel giro, da loro visto come fumo negli occhi...
Tutti indicatori negativi che incrinano la credibilità di quella 'Bella Promessa' che è il nostro 'Caro Leader'...

Aggiornamento del 14 luglio 2014
Scornato per lo smacco subito da Vienna, il premier Renzie fa mettere la crisi mediorientale al primo punto nell'OdG del prossimo consiglio UE e spedisce di corsa la madonna a metter pace fra Hamas e Israele, come già fatto tra la Russia di Putin e l'Ucraina...
http://www.partitodemocratico.it/doc/269969/renzi-litalia-ha-ottenuto-che-la-questione-del-mo-sia-allodg-del-prossimo-consiglio-ue.htm
http://www.lastampa.it/2014/07/14/esteri/loccidente-diviso-preme-per-la-tregua-zQJ7wPJuVcOZOVqgvKYg6M/pagina.html

sabato 5 luglio 2014

Quelli dell'ILVA di Cornigliano...

Genova, 4 luglio 2014
... A fronte del mancato pagamento delle quattordicesime, si sono presentati in forze davanti alla Prefettura, con il solito Apriscatole al seguito...
Questa volta, per il Passepartout, non c'era modo di avvicinarsi al portone senza far danno: a 'sbarrargli' la strada due auto della Polizia messe di traverso...
Ma i manifestanti non hanno desistito...
Risultato? Quattordicesime sbloccate in men che non si dica...
Ilva, di nuovo in piazza: corteo verso il centro
Ilva, corteo con mezzo pesante
(Nell'immagine, il transito del rostro, seguito da altri mezzi pesanti, in Via Cornigliano, poco fuori dallo stabilimento, di 'supporto' ai manifestanti in testa al corteo diretto verso il centro città)
Nota a margine della giornata: assente, a causa di altri impegni, il Premier Renzie, atteso per la consueta chiacchierata e per avere da lui l'indirizzo e-mail (del ministro Del Rio?) ove segnalare i problemi dell'ILVA... Problemi che, conoscendo il soggetto, solitamente 'risolve' entro la fine del (solito) mese...

Post su analoga precedente iniziativa...
Genova: i lavoratori ILVA in sciopero minacciano di 'entrare' in Prefettura...

giovedì 3 luglio 2014

Renzie alla UE: fumogeni in cambio di flessibilità…


E’ un vecchio inganno dei politici nostrani di sempre: prima si mangiano l’arrosto, poi cercano di venderne i fumi, questa volta alla UE, presentandoli e spacciandoli come 'riforme'…
"Nulla finisca in discarica o disperso in atmosfera...", è la regola base del riciclatore modello...
E' il turno del giovane Renzie nella 'meritoria' opera di convinzione dei partner europei, non senza cipiglio e determinazione, almeno a parole… Già, perché le 'sue riforme' sono sostanzialmente fasulle se non peggiorative e fatte per mantenere grosso modo tutto come prima, cioè salvaguardare gli interessi della vecchia e attuale casta di politici e faccendieri... Basterebbe pensare ai 'soci in affari' che si è cercato per attuarle, per rendersi conto di quale genere di 'riforme' si possa trattare... 
In prima fila c’è lui, ma tutti gli altri, i vecchi marpioni di sempre, gli sono appresso, dietro e addosso…
Si vedono tutte le sere sfilare ed esternare, imperturbabili come sempre, alle TV...
Nessuna sorpresa: nulla è cambiato e anche il giovine Renzie è uno di loro…
Non cambiano le prospettive per il Bel Paese, ripetutamente enunciate in questo blog, quale che sia l'ambito preso in esame...

Aggiornamento del 04 luglio 2014
"Meno parole e più fatti", è il monito all'indirizzo del giovine Renzie dai 'falchi' dell'Eurozona del Nord...
La Bundesbank attacca Renzi: «Meno parole e più fatti»
Come dar loro torto?
E il Renzie, evidentemente toccato nel vivo, s'incazza...
«Se la Bundesbank pensa di farci paura con queste considerazioni, ha sbagliato Paese. O almeno ha sbagliato governo».
L'ingenuo non sa che, in certe circostanze (e posizioni), agitarsi non conviene perché si fa il gioco del... 'partner' (che ti sta... alle costole)...
I troppi discorsi, volti a sopperire ad una cronica carenza di sostanza e di fatti concreti, la scelta dei 'suoi soci in affari' e il conseguente tenore delle 'riforme' che ne possono derivare (e già quelle che si vanno delineando la dicono lunga...) minano la sua credibilità, purtroppo anche agli occhi dei suoi partner europei...
Non si offenda, il giovine Renzie, ma le cose sono messe così...

mercoledì 25 giugno 2014

lunedì 23 giugno 2014

Le tre ministre che tirano di più... il carro di Renzie


A 4 mesi dall'insediamento, qualche considerazione si può già fare, almeno su tre delle principianti allo sbaraglio...
Piuttosto giovani (per essere in quel ruolo), colte, linguaggio forbito e sicuro, fisicamente più che presentabili rispetto alla media statistica delle passate ministre, in qualche caso piacenti, sono le factotum di Renzie, ciascuna nell'ambito del proprio ministero...
Così l'una (Monna MariaElena) porta avanti, con il massimo dello zelo, le 'brillanti' riforme del Senato e della legge elettorale...
L'altra (Monna Marianna) si accinge a 'rivoluzionare' la Pubblica Amministrazione...
La terza (Madonna Federica), forte della conoscenza di qualche lingua più parlata dell'italiano, è ormai proiettata nella UE, dove ha destato interesse tra le cariati che vi abitano, non solo per le conoscenze linguistiche (*) ed una certa quale presenza ma anche perché, sui problemi di politica e conflitti internazionali, va dicendo quello che loro vogliono sentirsi dire e condivide appieno quello che loro dicono: niente di meglio la UE si poteva aspettare... Una poltrona di Commissario è già pronta per lei, parola di Renzie... Un bell'esempio di quel che vuol dire nascere con la camicia e... con tutto il resto!
Un pò di paraocchi e di superficialità completano i tre profili, per chi non deve pensare più di tanto con la testa propria ma si affida a quella del 'cervellone centrale' di turno...
Gli Automata vanno sempre per la maggiore... E il gentil sesso, nel panorama politico italiano, non rimane certo indietro nella pratica...
C'è n'è voluto, ma alla fine, grazie a Renzie, le tre mosche bianche sono saltate fuori...
L'Italia è (quasi) salva...
----------
(*) Ricordate le figuracce del Mortadella?
Romano Prodi, alias 'Il Mortadella'...

.